fbpx
Connettiti con noi
settimana della consapevolezza transessuale

Human Rights

Al via la Settimana della Consapevolezza Transgender, per una società senza pregiudizi

Manifesto settimana consapevolezza transessuale

Solo un americano su quattro conosce personalmente una persona trans. Per questo è ancora più importante capire chi siamo per le persone che non sono transgender, le questioni che affrontiamo e le barriere che troppo spesso vengono poste sulla nostra strada.


Così Gillian Branstetter, portavoce del National Center for Transgender Equality americano, ha spiegato l’importanza della Settimana della Consapevolezza Transgender (Transgender Awareness Week), che ha luogo ogni anno tra il 13 e il 19 novembre con lo scopo di portare alla luce le storie delle persone transgender, ed evidenziarle all’interno della comunità, lgbt e non, per sensibilizzare sulle questioni che, quotidianamente, gli individui transgender affrontano nella loro quotidianità.

Una preziosa opportunità per educare il pubblico che, come le statistiche mostrano, per la gran parte ignora quello con cui la comunità trans è costretta a fronteggiarsi, spesso in un clima di forte ostilità.

settimana consapevolezza trans

Cosa accade nella Settimana della Consapevolezza Transessuale?

In tutti i paesi aderenti, le associazioni militanti organizzano eventi e attività per promuovere l’inclusione degli individui transgender nella società, sui luogo di lavoro, presentando creazioni multimediali e spettacoli realizzati da transessuali, affinché chiunque possa entrare in contatto con una realtà che non si conosce e che a ben vedere, non sarà poi così diversa dalla propria.

Normalizzare la transessualità, rendere l’identità di genere ininfluente nel giudizio di una persona: queste le finalità della Settimana della Consapevolezza.

La settimana si conclude alla vigilia del 20 novembre, in cui è stato istituito il Giorno della Memoria Transgender per commemorare le vittime dell’odio e del pregiudizio transfobico.

bandiera transessuale

Essere buoni alleati della comunità transgender

La comunità transgender è un gruppo di persone che vivono in ogni comunità, in ogni quartiere, che lavorano in ogni settore, contribuendo positivamente alla società“, ha continuato Gillian Bransetter, “E questo si perde quando c’è così tanta negatività attorno a chi siamo come persone.

Come si può essere buoni alleati della comunità transgender? Ci sono molti modi per supportarla secondo Branstetter, intervistato dalla CNN: “Guardare la comunità intorno a sé. È importante controllare le politiche in atto a scuola o in ufficio e chiedere ai responsabili o ai capi di considerare quanto hanno reso difficili o facili le cose per le persone transgender. Ciò potrebbe includere qualsiasi cosa, dall’esame del modo in cui vengono gestite le modifiche al nome fino ad assicurarsi di quanto sia fondamentale dal punto di vista medico e psicologico relativamente alla transizione“.

portavoce trans
Gillian Branstetter, portavoce del National Center for Transgender Equality

Anche i media, la stampa e la tv hanno un ruolo fondamentale, sostiene Branstetter: “Cercare storie di protagonisti transgender. Ci sono molte narrative personali disponibili da persone trans, anche in televisione, nei film e nei libri. Scopriamo chi si cela chi è questa comunità considerando le nostre voci e le nostre prospettive, e non chi parla di noi in maniera pregiudizievole.”

Educarsi, infine, a una realtà considerata diversa, approcciandosi ad essa con rispetto e curiosità: “Conoscere ed usare la terminologia adatta per familiarizzare con i transessuali, evitare di confondere l’orientamento sessuale e l’identità di genere” conclude Branstetter “Agendo in questo modo si lavora per essere il più inclusivi possibile. Essendo proattivo e istruendoti sulle esperienze delle persone trans stai caricando un carico emotivo minore su di loro nella tua vita come guida turistica personale“.

fonte: CNN

Nicola Napoletano
Scritto da

Sono nato a Monopoli (BA) 34 anni fa. Cresciuto a pane e prosciutto e una passione smodata per la scrittura, oggi mi divido tra la Puglia e la Città Eterna. Adoro il mare azzurro, i film di François Truffaut, il vino rosé e le poesie di Saffo. Su BL Magazine mi occupo soprattutto di raccontare come vengono trattati i diritti umani e diritti lgbt+ nel mondo... e qualche volta mi distraggo scrivendo di tv e spettacolo!

Commenta

Ti potrebbe anche interessare...

leggi sodomia stati uniti leggi sodomia stati uniti

Nell’Idaho (USA) si puniscono ancora gli atti sessuali “contro natura”

Mondo

Donne e madri di ‘Ndrangheta: l’altra metà del crimine

Legalità

Sassari è transfemminista: arriva il festival “Tzua!”.

Desdemona

oberyn bisessuale oberyn bisessuale

#Le5 serie tv con personaggi bisessuali

Spettacolo

“L’Architettrice” di MELANIA G. MAZZUCCO (Einaudi) Recensione

Storie e Culture

podcast sessuali podcast sessuali

Il sesso, il cibo e i PODCAST EROTICI. Dove andremo a finire?

Sociality

leghisti omofobi siena condannati leghisti omofobi siena condannati

Offesero docente gay su Facebook: condannati per diffamazione a Siena

Human Rights

STO PENSANDO DI FINIRLA QUI (2020) di Charlie Kaufman STO PENSANDO DI FINIRLA QUI (2020) di Charlie Kaufman

STO PENSANDO DI FINIRLA QUI _ Rimpiangere di non aver vissuto (recensione)

Spettacolo

Scopri i nostri social
Supporta BL Magazine con un 1€
Dona ora