fbpx
Connettiti con noi
bermuda pride

Mondo

Alle Bermude vogliono cancellare (ancora!) il matrimonio gay

Non c’è due senza tre. Il governo di Bermuda (territorio d’oltremare britannico) sta tentando in ogni modo di vietare il matrimonio tra persone dello stesso sesso, per la terza volta in meno di tre anni.


Vi chiederete come sia possibile. Ebbene, nonostante il matrimonio egualitario sia stato legalizzato in Inghilterra nel 2014, Bermuda si è adeguato solo nel 2017.

Nel 2018, dopo le elezioni che hanno visto la vittoria del Partito Laburista Progressista, il matrimonio egualitario è stato sostituito da una misura non equivalente al corrispettivo per coppie eterosessuali, il Domestic Partnership Act, che ha introdotto le civil partnership (unioni civili).

Questo ha reso Bermuda il primo paese al mondo ad abrogare il matrimonio tra persone dello stesso sesso.

Tuttavia, poco dopo, l’intervento della Corte suprema di Bermuda ha reintrodotto il matrimonio e dichiarato illegittima la legge che impediva alle coppie gay e lesbiche di contrarre matrimonio.

A ciò è seguito l’appello del Governo, al fine di provocare un ulteriore stop alla legge. L’appello si è però rivelato inutile perché la Corte ha confermato la sentenza nel novembre 2018, rendendo di nuovo legale il matrimonio gay.

bermuda lgbt
Un’immagine del Bermuda Pride

Un nuovo appello alla Corona

Entro la fine dell’anno si assisterà – forse – all’atto finale di questa assurda guerra del governo locale alla comunità arcobaleno: l’organizzazione locale per i diritti LGBT+ OUTBermuda ha annunciato che l’appello del governo contro il matrimonio tra persone dello stesso sesso sarà ascoltato dal “Consiglio Privato di Sua Maestà” a Londra il 7 dicembre 2020. Il PC (Privy Council) è un Organo della Corona Inglese formato da membri del Parlamento, con funzioni esecutive.

Qualora il governo delle Bermuda perdesse l’appello presso il Consiglio Privato, non sarà in grado di presentare nuovamente ricorso a nessun organo istituzionale, ponendo la parola fine alle montagne russe legali e rendendo permanente l’uguaglianza del matrimonio sull’isola.

OUTBermuda ha affermato che la decisione della Corte suprema sarà probabilmente rivelata all’inizio del 2021, ma non si avrebbero dubbi sull’orientamento pro-matrimonio egualitario del Privy Council.

Secondo Nation News, il direttore di OUTBermuda Adrian Hartnett-Beasley ha affermato che “l’udienza del Consiglio Privato segnerà la spinta finale per preservare i nostri pari diritti ai sensi della legge per tutti i Bermuda e tutte le famiglie“, e ha aggiunto: “Non meritiamo niente di meno“.

Zakiya Lord, condirettore di OUTBermuda, ha dichiarato: “È tempo per tutti noi di avere certezza, protezione e pari dignità che i diritti del matrimonio garantiranno.

Anche se il governo sembra intenzionato a discriminare le persone LGBT +, la scorsa estate si è tenuto il primo Bermuda Pride della storia, con grande successo: alla parata hanno partecipato 6.000 persone, pari a circa il 10% dell’intera popolazione dell’isola.


Fonti: PinkNews, Nation News

Nicola Napoletano
Scritto da

Sono nato a Monopoli (BA) 34 anni fa. Cresciuto a pane e prosciutto e una passione smodata per la scrittura, oggi mi divido tra la Puglia e la Città Eterna. Adoro il mare azzurro, i film di François Truffaut, il vino rosé e le poesie di Saffo. Su BL Magazine mi occupo soprattutto di raccontare come vengono trattati i diritti umani e diritti lgbt+ nel mondo... e qualche volta mi distraggo scrivendo di tv e spettacolo!

Commenta

Ti potrebbe anche interessare...

reato universale maternità surrogata reato universale maternità surrogata

Maternità surrogata “reato universale”: la proposta di Giorgia Meloni

Human Rights

#zerowaste: basta con lo spreco di cibo

Sociality

Scioglimento unioni civili Scioglimento unioni civili

Unioni civili: la fine di un rapporto sotto il profilo giuridico.

Legalità

Giornata dell’orgoglio Bisessuale: né diversamente etero, né diversamente omo

Dr. Rainbow

Giancarlo Siani, il giovane giornalista precario che spaventò la Camorra

Legalità

Transfobia al seggio di Siena, allontanato ragazzo trans

Human Rights

GAMBERETTI PER TUTTI (2019) GAMBERETTI PER TUTTI (2019)

GAMBERETTI PER TUTTI _ Mai più soli. Un tuffo di libertà (recensione)

Spettacolo

videogioco transgender videogioco transgender

“Tell me why”, una storia per combattere la transfobia nel soffio del gelido inverno

Sociality

Scopri i nostri social
Supporta BL Magazine con un 1€
Dona ora