fbpx
Connettiti con noi

Mondo

Anziana transessuale apre “Vita gioiosa”, una casa per anziani lgbti in Messico

Al civico 184 B di Viale Xola, a Città del Messico, ci si imbatte in un fabbricato azzurro cielo e corallo, sul quale sventola una grande bandiera arcobaleno.


Un’euforia cromatica che è un biglietto da visita perfetto per questo luogo dove si respira tolleranza, amicizia e gioia di vivere, e non a caso si chiama “Laetus Vitae” (“vita felice” in latino).

vida alegra senor lgbti

Padrona di casa è Samantha Flores, gagliarda anziana transessuale di 87 anni, instancabile attivista lgbt da tutta la vita, che un anno fa, insieme a Padre Vincent C. Shwahn, della Chiesa Episcopale, ha inaugurato la prima casa per anziani LGBTI in America Latina.

“Laetus Vitae”, o Vida Alegre, è uno spazio portato avanti, con fatica e dedizione, per offrire sostegno, supporto, consulenze e intrattenimento ai membri della comunità LGBTI della terza età. Nessuna sovvenzione giunge dallo Stato: si vive di donazioni e volontariato.

Si parla, a “Laetus Vitae”, ormai punto d’incontro intergenerazionale, dove ognuno è libero di essere ciò che è senza pregiudizi. In molti, grazie a Samantha e Padre Vincent, hanno cambiato la loro vita abbandonando il destino solitario a cui la vecchiaia spesso conduce. Oltre a sentirsi accolti e accettati, e supportati da un punto di vista medico e psicologico, gli anziani usano internet e organizzano cineforum.

vida alegre

Non è stato facile aprire la Casa, in primo luogo è stato complesso trovare una sistemazione” spiega Padre Vincent “perché quando hanno saputo che si trattava di un progetto della comunità LGBTI, hanno fatto marcia indietro. C’è ancora molta discriminazione, soprattutto legata all’ignoranza“.

Laetus vitae” però non si esaurisce all’interno della comunità rainbow. A cercare amicizia all’interno della casa blu e corallo ci sono anche anziani eterosessuali che vivono nelle vicinanze. “Lavoriamo come centro comunitario, perché creiamo comunità e stiamo creando collegamenti tra la comunità e coloro che vivono intorno. Questa è stata la cosa più bella del progetto” conclude Padre Vincent.

Facebook LAETUS VITAE-Vida Alegre

Fonte: abcdario, animalpolitico

Nicola Napoletano
Scritto da

Sono nato a Monopoli (BA) 34 anni fa. Cresciuto a pane e prosciutto e una passione smodata per la scrittura, oggi mi divido tra la Puglia e la Città Eterna. Adoro il mare azzurro, i film di François Truffaut, il vino rosé e le poesie di Saffo. Su BL Magazine mi occupo soprattutto di raccontare come vengono trattati i diritti umani e diritti lgbt+ nel mondo... e qualche volta mi distraggo scrivendo di tv e spettacolo!

Commenta

Ti potrebbe anche interessare...

Sassari è transfemminista: arriva il festival “Tzua!”.

Desdemona

oberyn bisessuale oberyn bisessuale

#Le5 serie tv con personaggi bisessuali

Spettacolo

“L’Architettrice” di MELANIA G. MAZZUCCO (Einaudi) Recensione

Storie e Culture

podcast sessuali podcast sessuali

Il sesso, il cibo e i PODCAST EROTICI. Dove andremo a finire?

Sociality

leghisti omofobi siena condannati leghisti omofobi siena condannati

Offesero docente gay su Facebook: condannati per diffamazione a Siena

Human Rights

STO PENSANDO DI FINIRLA QUI (2020) di Charlie Kaufman STO PENSANDO DI FINIRLA QUI (2020) di Charlie Kaufman

STO PENSANDO DI FINIRLA QUI _ Rimpiangere di non aver vissuto (recensione)

Spettacolo

reato universale maternità surrogata reato universale maternità surrogata

Maternità surrogata “reato universale”: la proposta di Giorgia Meloni

Human Rights

#zerowaste: basta con lo spreco di cibo

Sociality

Scopri i nostri social
Supporta BL Magazine con un 1€
Dona ora