(Milano) Per la prima volta nella storia del concorso di bellezza, in diretta dagli studi televisivi di Infront Italy, in diretta su LA7, è stata incoronata la “più bella d’Italia” nel capoluogo lombardo!

Ad aggiudicarsi Fascia, Scettro, Trono e la Glitteratissima Corona è

CARLOTTA MAGGIORANA

La marchigiana Carlotta Maggiorana ha vinto la 79ma edizione di Miss Italia. Seconda classificata Fiorenza D’Antonio (Miss Rocchetta Bellezza Campania), medaglia di bronzo per Chiara Bordi, 18 anni (Miss Miluna Lazio), che nei giorni scorsi ha fatto parlare di sé per essere la prima aspirante Miss dotata di protesi alla gamba sinistra.

Carlotta succede alla trentina Alice Rachele Arlanch, Miss Italia 2017. Qualche curiosità: Carlotta ha 26 anni ed è di Cupra Marittima (AP), ha occhi e capelli castani, vive a Roma da molti anni. Diplomata all’Accademia Nazionale di Danza, è attrice; è stata valletta in “Avanti un altro”, “Paperissima” e nel mondiale superbike 2016. Ha recitato nel film “Tree of life”, con Brad Pitt e Sean Penn, in “Un Fantastico via vai” di Leonardo Pieraccioni e nella fiction “L’onore e il rispetto”.

Con la vittoria di Carlotta, le Marche salgono a 4 miss incoronate nella storia del concorso: le altre sono Mariella Giampieri (1949), Anna Zamboni (1969), Patrizia Nanetti (1981).

Instagram: carlottamaggiorana_official  

La proclamazione è avvenuta al termine della lunga serata, trasmessa in simulcast da La7 e La7d, condotta da Francesco Facchinetti e Diletta Leotta con la partecipazione di Roberta Lanfranchi. A presenziare in giuria Andrea Scanzi, Maria Grazia Cucinotta, Alessandro Borghese, Filippo Magnini, Pupo, Tullio Solenghi e Massimo Lopez (nel ruolo di Presidenti di Giuria).

Le fasce minori

Le storiche fasce di Miss Eleganza (creata appositamente per Sofia Loren nel 1950 e Miss Cinema sono state assegnate rispettivamente a Martina Iacomelli, 21 anni (Toscana) e Giulia Auer, 18 (Trentino-Alto Adige). “Miss Social”, titolo nuovo di zecca che premia la ragazza più amata sul web, è Fiorenza D’Antonio.

Novità di questa edizione è stata la fascia speciale, assegnata da tutte le ragazze in gara, intitolata a “Fabrizio Frizzi”, conduttore di ben 17 edizioni della manifestazione. Ad esserne insignita, Mara Boccacci, 20 anni (Emilia Romagna).

 

©lapresse archivio storico spettacolo Rimini, agosto 1956, nella foto: le concorrenti in attesa della sfilata davanti alla giuria.
Il concorso, giunto alla sua 79^ edizione, di certo vanta ancora il primato di andare a scovare la “bellezza italica” tra le giovanissime donne . Negli ultimi anni, ovvero da quando mamma RAI ha abbandonato la produzione del concorso, l’ambita corona ha perso il suo fascino tra le giovani generazioni. Infatti, se prima vincere o partecipare a Miss Italia significava farsi spazio verso “un posto sicuro” nel mondo dello spettacolo, ora non è assolutamente così.

La famiglia Mirigliani, prima con il padre Enzo e ora con la figlia Patrizia, è custode di questo concorso che fa parte della cultura popolare del paese e che attraverso le miss e le ragazze che vi hanno partecipato, racconta la storia del costume italiano.

 

Gina LollobrigidaSophia Loren sono forse i due nomi di Miss, anche se non hanno vinto la corona, più famosi del concorso ma sono tantissimi i volti di moda e spettacolo che sono passati da Miss Italia. Tra le più celebri ricordiamo: Silvana Pampanini, Silvana Mangano, Lucia Bosè, MirKa Viola (eliminata il giorno dopo perché mamma!), Simona Ventura, Anna Falchi, Martina Colombari, Christiane Filangieri, Anna Valle, Daniela Ferolla, Annalisa Minetti, Caterina Balivo,  Francesca Chillemi, Miriam Leone, Giusy Buscemi e molte altre. Sicuramente ricorderete anche Mara Carfagna (ex ministro del governo Berlusconi).

Insomma Miss Italia è sempre stato un trampolino di lancio, anche se per la maggior parte delle concorrenti è stato un baratro verso l’oblio.

Scorrendo volti e foto delle Miss, dal 39 ad oggi è possibile riscontrare i canoni di bellezza “italici”: dai corpi a clessidra dei primi del Novecento, a quelli curvy degli anni Cinquanta, fino ai fisici più androgini dei Sixties, ogni epoca ha avuto i suoi canoni estetici. Incarnati da donne entrate nel mito. Oggi la bellezza ha innumerevoli volti. Fortunatamente.

Infatti nell’Edizione 2018 è stato possibile vedere concorrenti delle più disparate “forme e colori”: menomale!

Menzion d’onore a Chiara Bordi (Terzo Posto), 18 anni di Tarquinia (VT), è alta 1.75 mt, ha gli occhi e i capelli neri; studentessa dell’ultimo anno del liceo classico, nel periodo estivo lavora come barista. Vorrebbe proseguire gli studi in medicina e diventare un chirurgo ortopedico. Appassionata di viaggi, è una grande sportiva: va in canoa, sui rollerblade, fa windsurf, si arrampica sui muri di roccia e si dedica all’attività di sub. Cinque anni fa, in seguito ad un incidente in motorino, ha perso una gamba. E’ stata la prima miss con protesi ad accedere alle prefinali nazionali di Miss Italia. Negli scorsi giorni è stata vittima di cyberbulli che l’hanno attaccata a causa della sua diversa abilità.

, ,