fbpx
Connettiti con noi

Spettacolo

Carmen Consoli: il ritorno della Cantantessa Elettrica

(Desio -MB-) Carmen Consoli dà il via al suo tour estivo imbracciando l’immancabile Fender rosa e sbizzarrendosi nella reinterpretazione dei suoi brani che, da ormai venticinque anni, sono patrimonio nazionale.


Il tutto si è svolto nella splendida cornice di Villa Tittoni a Desio in Brianza.

Abbiamo avuto modo di trascorrere una allegra merenda con lei all’interno del Palazzo, dimostrandoci, ancora una volta il suo talento nell’accoglienza.

Carmen Consoli è inossidabile e soprattutto lontanissima dalle dinamiche commerciali della discografia. Il suo ultimo album in studio infatti risale al 2015: “L’abitudine di tornare”. L’ultimo in ordine di tempo è, invece, “Eco di Sirene”, un disco che documenta lo straordinario concerto acustico che Carmen Consoli ha portato nei teatri d’Italia e d’Europa in trio femminile, in punta di plettro con violino e violoncello. Non per questo , la cantantessa è meno, anzi, nel panorama artistico nazionale penne e voci come la sua stentano a mostrarsi.

A Desio è stata on stage la formazione elettrica con Massimo Roccaforte alla chitarra, Luciana Luccini al basso e Antonio Marra alla batteria. La scaletta ha previsto dai grandi classici:“Confusa e felice”, “Fiori d’arancio”, “Parole di burro”, “L’ultimo bacio”, il già citato “Amore di plastica”, ma anche i più recenti “Uomini topo” “L’eccezione” e “Mio zio” nella quale Carmen racconta senza sconti e con feroce ironia il dramma degli abusi sessuali in famiglia. La canzone ha vinto l’ottava edizione del Premio Amnesty Italia.

Non è mancato un divertentissimo siparietto con il tecnico del suono. “Pare non si senta la mia voce” dice dal palco Carmen , ma dal piccolo problema ne nascono una serie di vocalizzi straordinari che hanno scatenato tutto il pubblico.

Carmen Consoli non chiacchiera molto sul palco, è vero, ma lascia veicolare il suo pensiero, il suo punto di vista sul mondo alle sue canzoni.

Uno splendido esempio di artista con la A maiuscola.


fbt

Di origine Abruzzese, ma ramingo come un nomade. Di molteplici interessi ogni sabato su Bl Magazine con la rubrica BL LIBRI.

Mostra i commenti

Articoli simili

Cancellata la scritta neo nazista da tre sindaci brianzoli.

News

CORONAVIRUS. Diario di un redattore in quarantena. -Giorno 17-

Editoriale

Walking Walking

#Le5 canzoni (+1) per non dimenticare l’orrore della Shoah

Storie e Culture

Il primo TdOR in Brianza. Intervista a ALEX MARIANI di BOA- Brianza Oltre l’Arcobaleno.

Human Rights

Scopri i nostri social
×