fbpx
Connettiti con noi
chiusi in casa nel film CARNAGE

Spettacolo

CHIUSI IN CASA _ 3 Film Che Non Sapevi Di Voler Vedere

Chiusi in casa, lo siamo (quasi) tutti in questo momento storico.
Volenti o nolenti ci tocca guardare alla polvere che si accumula sui mobili, ogni giorno.


E ogni giorno ci svegliamo consci che la giornata non sarà poi così differente da quella precedente o da quella che verrà, non fosse per quello che andremo a mangiare. Ma non tediamoci più del necessario e andiamo a scoprire i film che ho scelto oggi per voi.

cjhiusi in casa
L’ANGELO STERMINATORE di Luis Bunuel (1962)

Dicevamo, il tema comune ai 3 titoli di questa rassegna è: CHIUSI IN CASA.
Sono certo che la vostra mente abbia preso a divagare e saranno tornati alla vostra memoria titoli intramontabili come L’ANGELO STERMINATORE di Luis Bunuel (1962) in cui una famiglia borghese e i loro ospiti, riuniti per una cena, il giorno seguente si accorgono di non poter uscire da quella casa e nessuno riesce a comprenderne il motivo; o uno dei titoli più amati del cinema di Bertolucci, THE DREAMERS, in cui tre giovani ragazzi, in una Parigi scossa dai moti del ’68, si allontanano dalla realtà che li circonda, per rinchiudersi nel loro appartamento, tra giochi di seduzione e ispirazioni cinematografiche.

Effettivamente sono davvero tanti i film che vedono i protagonisti chiusi in casa perché una minaccia esterna (o interna) alle quattro mura li obbliga a restare e confrontarsi tra di loro.

Le magnifiche interpreti di 8 DONNE E UN MISTERO di François Ozon

Parto col segnalarvi un titolo del 2002 cui sono particolarmente affezionato.
8 DONNE E UN MISTERO di François Ozon è ispirato a una celebre pièce teatrale “Huit Femmes” di Robert Thomas.
Le 8 donne del titolo si ritrovano loro malgrado a far i conti con un mistero, l’omicidio del capofamiglia e unico uomo, e isolate dal resto del mondo in una grande villa mentre fuori imperversa una tormenta.
Un musical vestito di giallo alla Agatha Christie si colora di tinte pastello e trova la sua linfa vitale nella recitazione delle sue grandi interpreti: Catherine Deneuve, Fanny Ardant, Isabelle Huppert, Emmanuelle Béart, Virginie Ledoyen, Danielle Darrieux, Ludivine Sagnier e Firmine Richard.
Ozon che è solito turbarci con titoli e tematiche molto forti (vedi ad esempio DOPPIO AMORE, 2017) e che di recente ha diretto uno dei più bei film del 2019 (GRAZIE A DIO) , qui ci delizia e gioca a muovere le sue pedine in un giallo che diverte e delinea meravigliosamente otto donne che amerete per sempre.


E restiamo sui toni della commedia anche nel prossimo titolo che vado a consigliarvi.
È il 2012 quando Roman Polanski porta sul grande schermo un quartetto di attori in stato di grazia nel suo CARNAGE.
Tratto anch’esso da una pièce teatrale di Yasmina Reza, qui co-sceneggiatrice, CARNAGE parte da uno scontro tra dei ragazzini al parco e del successivo incontro dei rispettivi genitori per appianare i conflitti adolescenziali. I modi smaccatamente formali e signorili delle due coppie verranno presto messi da parte e sarà una lotta senza esclusione di colpi (verbali).
In questa commedia i 4 protagonisti non possono definirsi prigionieri dell’appartamento in cui si trovano a confrontarsi, semmai del loro smisurato ego che li porta a sopraffarsi l’uno con l’altro e dove, cadute le maschere, complicità e rivalità rimbalzano di volta in volta tra coppie, tra donne, tra uomini e tra coniugi.
Jodie Foster, Kate Winslet, Christopher Waltz e John C. Reilly sono il quartetto di attori che offrono performance da oscar in un film dai tempi comici irresistibili! Imperdibile!

E chiudiamo la piccola rassegna di oggi con un thriller, disponibile su Netflix.
IL GIOCO DI GERALD è un film del 2017, diretto da Mike Flanagan e tratto da un bellissimo e omonimo romanzo di Stephen King.
Certamente tra i tanti titoli ispirati ai romanzi di King, questo è un ottimo prodotto e merita di essere recuperato.
La trama è semplice: Jessie (Carla Cugino) e il marito Gerald decidono di passare un weekend nella loro casa al lago. Un giochetto sessuale finisce però nel peggiore dei modi e Jessie, dopo un improvviso attacco di cuore del marito, si ritrova ammanettata al letto. Nella lunga lotta alla sopravvivenza Jessie dovrà far i conti con ricordi scomodi del suo passato e con una presenza minacciosa che viene a trovarla al calar delle tenebre…
Un thriller che vi terrà col fiato sospeso e che sonda gli orrori che si possono nascondere dietro i sorrisi di perfette famigliole borghesi.
Se pensate che lo stare chiusi in casa sia la cosa più terribile di questo mondo, immaginatevi di ritrovarvi legati, affamati e assetati e preda dei vostri peggiori incubi.

Se vi è piaciuto questo articolo vi invito a seguire l’hashtag #3filmchenonsapevidivolervedere così da scoprire tanti altri titoli del passato che magari non conoscevate.

Avatar
Scritto da

Ossessionato dal trovare delle costanti nelle incostanze degli intenti di noi esseri umani, quando non mi trovo a contemplare le stelle, mi piace perdermi dentro a un film o a una canzone.

Commenta

Ti potrebbe anche interessare...

CORONAVIRUS. Diario di un redattore in FASE 2 (Giorno 26)

Editoriale

JOSHUA (2007) JOSHUA (2007)

PICCOLI DIAVOLI _ 3 Film che non sapevi di voler vedere

Spettacolo

LADY GAGA CHROMATICA LADY GAGA CHROMATICA

CHROMATICA di LADY GAGA _ rassicuranti colori dance anni ’90 (recensione)

Spettacolo

CORONAVIRUS. Diario di un redattore in FASE 2 (Giorno 25)

Editoriale

diritti gay cina diritti gay cina

Col “Diritto di residenza” la Cina si apre ai diritti LGBT

Mondo

Di sindaci transgender e femminismo radicale, una riflessione

Editoriale

Alla soglia dei 40 ho scaricato Tinder, ecco la mia esperienza

Sociality

CORONAVIRUS. Diario di un redattore in FASE 2 (Giorno 24)

Editoriale

Scopri i nostri social
Iscriviti alla newsletter

Ricevi prima di tutti i tuoi articoli

Supporta BL Magazine con un 1€
Dona ora