fbpx
Supporta BL Magazine con un 1€
Dona ora

Connettiti con noi
cho aniki playstation
Cho aniki

Sociality

Cho Aniki: l’apoteosi dell’omosessualità videoludica

Ciao a tutti e ben ritrovati sulla rubrica geek dell’ammiraglia BL Magazine. Con l’arrivo della bella stagione e l’innalzamento delle temperature primaverili,riscopriamo le origini delle rubrica con un contributo retrogaymer.


Solo poche settimane fa Sony annunciava la chiusura dei server e dei rispettivi store di Playstation 3, Playstation Portable & Playstation Vita, a cui sono seguiti una marea di video da parte di Youtuber i quali, secondo i loro gusti, hanno consigliato agli utenti quali giochi acquistare prima della chiusura definitiva, salvo poi ripensamenti della casa giapponese di pochi giorni fa, di lasciare il tutto aperto e fruibile a seguito delle migliaia di proteste di videogiocatori sparsi in tutto il mondo ricevute.

Ebbene, fra un consiglio e l’altro è stato trascurato questo gioco originario di Playstation 1 talmente assurdo e stra fuori di testa da rimanere confinato solo in Giappone, ma tuttavia fruibile nella libreria dei classici della primogenita di casa Sony.

Il titolo in questione si chiama Cho Aniki, ed è frutto di una lunga serie misconosciuta al grande pubblico, il cui primo capitolo risale al 1992 pubblicato su TurboGrafx CD.

Cho Aniki, uno shooter pieno di… body builder!

Il gioco in sé altro non è che uno shooters laterale, genere molto in voga nei cabinati arcade di quegli anni, ma la trama e i protagonisti raccontano tutta un’altra storia.

Volutamente umoristico ma soprattutto OMOEROTICO, questo bizzarro shooters, come già accennato gode di diversi capitoli su varie piattaforme come Super Nintendo, Playstation 2, Playstation Portable, Bandai Wonderswan e Nintendo Wii (sul Eshop la versione digitale del primo capitolo). Ovviamente non sono mancate critiche sui contenuti del gioco, ma vediamo meglio cosa ci si può aspettare.

Nella versione Playstation 1, gli sprite digitalizzati dei protagonisti soppiantano i disegni fatti a mano dei precedenti capitoli. Scegliendo il protagonista maschile, una specie di body builder semi dio con elmetto vichingo, voleremo roteando su noi stessi sopra i cieli di Tokyo sparando raggi laser sui nemici… ovvero per la maggior parte fusti, culturisti seminudi dalle pose più improbabili, body builder rotanti su sedie da ufficio, mega bodybuilder in verticale presa “69” saltellanti,muscolosi biondi all’interno di conchiglie come “la nascita di Venere” oppure Adam mezzo nudo che cavalca la luna, ma in posa come nella “creazione di Adamo”. E soprattutto i boss, dei quali sarete avvisati da una testa parlante che si allunga.

Troverete grossi uomini mezzi nudi ricoperti da componenti metalliche nelle parti intime, da cui fuoriesce una torre metallica con movenze più che sexy volutamente grottesche, follia pura! O finti cheerleader, uno sopra l’altro in posizione “doggy Style” che sparano proiettili dalla bocca. E ancora, sulla spiaggia troveremo maschioni volanti con squali sulla schiena, sirenetti, bodybuilders con la tartaruga sulla schiena che saranno i vostri nemici, e non mancheranno esseri in lattice simili a condom!


Anche le musiche del background presentano inequivocabili riferimenti ai gemiti sessuali. Questa è parte della follia inclusa nella versione della prima console giapponese, ma la versione della PS2 (che non ho ancora provato) è ancora più folle della prima in quanto i protagonisti Sansone&Adone girano in lungo e in largo il globo alla ricerca della Sacra Proteina (che altro non è se non lo sperma).

Non ci resta che addentrarci in questo folle e divertente gioco, che oltretutto non ho trovato semplice anzi, la difficoltà è abbastanza elevata. A ogni modo darete, una possibilità a questo titolo? Lo conoscete o lo avete giocato? Vi è piaciuto? Fatemi sapere qui sotto nei commenti! Ciao alla prossima

Ps: se prestate attenzione, in mezzo a tutto questo tripudio di steroidi noterete anche sullo sfondo culturisti completamente nudi!

Scritto da

Mostra i commenti

Articoli simili

Beppe Grillo è il figlio “sano” della cultura dello stupro.

Desdemona

Regole su spostamenti e novità incluse nel Decreto Riaperture.

Legalità

Fedez al Primo Maggio: cosa ha fatto tremare realmente i vertici RAI ?

Spettacolo

COMPLICI SENZA DESTINO di Valentina Mattia (Golem) | Recensione

Storie e Culture

Scopri i nostri social
×