fbpx
Connettiti con noi

Sociality

Ciambellone ai mirtilli di Anna (con la A)

Il ciambellone non passa mai di moda, specie se fatto con un ingrediente buono come i mirtilli!
Quanti di voi hanno la sensazione di essere già in autunno inoltrato? ma no ragazzi, non temete. Anche se quest’estate all’insegna delle notizie inaspettate (come la chiesa evangelica svizzera che benedice il matrimonio egualitario) è passata, noi siamo ancora qui.
Ma torniamo al ciambellone, prima di tuffarci nella torta nunziale.


Questa ricetta trae ispirazione dai mirtilli (che sono un’ottima fonte di vitamine e antiossidanti. Per ulteriori dettagli vi rimando a QUESTO ARTICOLO), ma soprattutto dalla Serie TV “Chiamatemi Anna” di Netflix. Ho immaginato qualche volta Anna e Marilla (La madre adottiva) preparare insieme questo ciambellone dal caratteristico frutto canadese: il mirtillo.

Il trailer della Stagione 3

Certo, in Canada è molto più diffuso il mirtillo rosso di quello blu… Ma bando alle ciance, iniziamo!

Porzioni1 Porzione

 4 Uova
 220 gr Zucchero
 1 quantità Vanillina
 Limone (succo e scorza)
 50 gr Olio di semi
 250 gr Ricotta
 100 gr Fecola di patate
 250 gr Farina
 1 quantità Busta di lievito
 125 gr Mirtilli

1

Benvenuti nella mia cucina, iniziamo!

Benvenuti!

2

Iniziare a sgusciare le uova nel recipiente

3

Aggiungere lo zucchero semolato bianco

4

Non dimenticate la vanillina

5

E iniziare a sbattere bene fino a ottenere un composto spumoso

6

Mentre continuate a montare, aggiungere il succo di limone e la scorza

7

Senza dimenticare l'olio di semi

8

Una volta ottenuto un composto molto liquido, aggiungere la ricotta e frullare per amalgamarla senza lasciare grumi

9

Aggiungere PIANO PIANO la farina, evitando di farla volare via frullandola

10

Aggiungere poi la fecola, che è ancora più leggera della farina

11

E come ultima polvere, il lievito

12

Una volta amalgamato il tutto, aggiungere i 2/3 dei mirtilli all'impasto e frullare in modo da non romperli troppo

13

Una volta pronto l'impasto, prendere lo stampo da ciambellone e passarlo con uno strato di staccante spray

14

Versare l'impasto dentro in modo omogeneo

15

E adagiare sopra i mirtilli rimanenti

16

Infornate a 180 gradi (forno statico) per 40 minuti, fate la prova dello stuzzicadenti e sfornare

17

EXTRA: potete usare una parte del composto per fare delle mini tortine, e non solo il ciambellone.
Le tortine cuociono molto meno, tra i 15 e i 20 minuti

Ingredienti

 4 Uova
 220 gr Zucchero
 1 quantità Vanillina
 Limone (succo e scorza)
 50 gr Olio di semi
 250 gr Ricotta
 100 gr Fecola di patate
 250 gr Farina
 1 quantità Busta di lievito
 125 gr Mirtilli

Passaggi

1

Benvenuti nella mia cucina, iniziamo!

Benvenuti!

2

Iniziare a sgusciare le uova nel recipiente

3

Aggiungere lo zucchero semolato bianco

4

Non dimenticate la vanillina

5

E iniziare a sbattere bene fino a ottenere un composto spumoso

6

Mentre continuate a montare, aggiungere il succo di limone e la scorza

7

Senza dimenticare l'olio di semi

8

Una volta ottenuto un composto molto liquido, aggiungere la ricotta e frullare per amalgamarla senza lasciare grumi

9

Aggiungere PIANO PIANO la farina, evitando di farla volare via frullandola

10

Aggiungere poi la fecola, che è ancora più leggera della farina

11

E come ultima polvere, il lievito

12

Una volta amalgamato il tutto, aggiungere i 2/3 dei mirtilli all'impasto e frullare in modo da non romperli troppo

13

Una volta pronto l'impasto, prendere lo stampo da ciambellone e passarlo con uno strato di staccante spray

14

Versare l'impasto dentro in modo omogeneo

15

E adagiare sopra i mirtilli rimanenti

16

Infornate a 180 gradi (forno statico) per 40 minuti, fate la prova dello stuzzicadenti e sfornare

17

EXTRA: potete usare una parte del composto per fare delle mini tortine, e non solo il ciambellone.
Le tortine cuociono molto meno, tra i 15 e i 20 minuti

Ciambellone ai mirtilli

Un po’ di musica e ispirazione

La musica non può mai mancare quando si prepara qualcosa in cucina, ed è importantissima. Forse ne ascolto troppa, ma non posso farne a meno!
Rivedendo su youtube alcuni trailer, ho rivisto quello della seconda stagione di “chiamatemi Anna“, di cui il nostro ciambellone ai mirtilli richiama l’atmosfera: dolce, pungente, amabile, proprio come lei

Un frame della serie Netflix

Mi sono innamorato della canzone in sottofondo, e l’ho ascoltata più volte quest’estate, immaginando tutte le possibilità, come Anna.
Le “possibilità” possono essere infinite: se una persona immagina di poter partire e vedere il mondo, non è detto che tutte debbano farlo. A volte basta poco per vivere qualcosa seguendo il cuore, come il ciambellone che andremo a fare.

Dreamer: La amerete anche voi

Buon appetito!

Avatar
Scritto da

Ciao! un saluto dal vostro Alberto Orsotorta! Studente universitario e cameriere, amo libri, cinema e soprattutto dolci!!! Un modo per esprimere la mia fantasia e ritrovarmi con chi amo.

Commenta

Ti potrebbe anche interessare...

Sassari è transfemminista: arriva il festival “Tzua!”.

Desdemona

oberyn bisessuale oberyn bisessuale

#Le5 serie tv con personaggi bisessuali

Spettacolo

“L’Architettrice” di MELANIA G. MAZZUCCO (Einaudi) Recensione

Storie e Culture

podcast sessuali podcast sessuali

Il sesso, il cibo e i PODCAST EROTICI. Dove andremo a finire?

Sociality

leghisti omofobi siena condannati leghisti omofobi siena condannati

Offesero docente gay su Facebook: condannati per diffamazione a Siena

Human Rights

STO PENSANDO DI FINIRLA QUI (2020) di Charlie Kaufman STO PENSANDO DI FINIRLA QUI (2020) di Charlie Kaufman

STO PENSANDO DI FINIRLA QUI _ Rimpiangere di non aver vissuto (recensione)

Spettacolo

reato universale maternità surrogata reato universale maternità surrogata

Maternità surrogata “reato universale”: la proposta di Giorgia Meloni

Human Rights

#zerowaste: basta con lo spreco di cibo

Sociality

Scopri i nostri social
Supporta BL Magazine con un 1€
Dona ora