fbpx
Connettiti con noi

Storie e Culture

CLUB GODO di Jüne Plã (L’Ippocampo) | Recensione

La tensione per la finale di Euro 2020 sta percorrendo come un brivido caldo i vostri corpi? Non siete sicuri del risultato finale, ma, comunque vadano le cose, il libro che oggi recensiremo per la rubrica BL LIBRI potrà sicuramente darvi una mano (soprattutto in senso letterale) per ammorbidire gli effetti adrenalinici della finale Inghilterra- Italia.


CLUB GODO: una cartografia del piacere, scritto e illustrato da Jüne Plã, edito in Italia da L’Ippocampo è la nostra scelta.

SINOSSI

“Qui si parla di sesso, di tutto di ciò che c’è da sapere e da fare senza passare necessariamente dalla classica “penetrazione”. Questa sai giàcome funziona, quindi non serve che ti faccia un disegnino, giusto?

Di disegni, però. ne troverai tanti, disegni molto più interessanti che ho realizzato per aiutarti a esplorare la tua sessualità e quella della tua/del tuo partner. Anche se magari pensi di avere già una certa esperienza, spero di farti scoprire nuovi modi per dare piacere alle persone con cui vai a letto. Ho fatto sesso giorno e notte alla ricerca delle migliori tecniche per godere con le mani, con la bocca e chi più ne ha più ne metta…

L’idea è che dovresti seguire il tuo ritmo e raggiungere il piacere in solitario, in coppia o con più persone, indipendentemente dal genere in cui ti riconosci, dal tuo orientamento sessuale o dal colore della tua pelle. Che tu sia vergine, sessuomane o una via di mezzo tra le due cose. Insomma, ormai l’avrai capito, questo libro si rivolge proprio al MONDO INTERO! Con la sola eccezione di chi non ama scopare, certo! “Siete sicuri di vivere appieno la vostra sessualità? Come una ventata d’aria fresca, ecco Jüne Plã, dell’account Instragram @jouissance.club, che con il suo manuale di educazione sessuale accompagna alla scoperta di un piacere accessibile a tutti, donne, uomini, gender queer, etero, gay! La sua idea è quella di mettere da parte la penetrazione per concentrarsi sull’infinità di altri modi disinibiti, gioiosi e amorevoli con cui è possibile darsi [e dare] piacere. Ricco di sobrie ed eleganti illustrazioni, questo libro è una vera e propria mappa delle zone erogene ma anche una galleria di tecniche per raggiungere l’orgasmo. Jüne Plã è marsigliese e lavora nel campo dei videogiochi come character designer; ama il sesso ma a un certo punto ha iniziato a trovarlo noioso. Come rimediare? Ha cominciato a fare dei bozzetti per spiegare ai suoi partner che nella vita esiste molto più della semplice penetrazione. In uno slancio di estrema audacia, ha deciso di condividere su Instagram le sue scoperte illustrate che, con sua grande sorpresa, hanno riscosso un incredibile successo. In meno di due anni, @jouissance.club ha raggiunto i 600.000 follower. Il che le ha fatto pensare che forse non era l’unica ad annoiarsi…

RECENSIONE

Questo libro è un manuale a tutti gli effetti. Un manuale ben scritto, ben illustrato e soprattutto al passo coi tempi. Senza dubbio è la giusta crasi tra il Kamasutra, un testo scientifico, un pamphlet satirico e un saggio antropologico francese. Ma facciamo ordine. L’Autrice/Illustratrice marsigliese, Jüne Plã, si è spinta ben oltre le mie aspettative. Il titolo dell’opera non rispecchia troppo quello che si cela all’interno del libro. All’inizio credevo si trattasse dell’ennesimo libro apologetico sull’onanismo o una semplice guida a pratiche “digitali” per lui e per lei. Invece no! Con mio sommo stupore scopro tra le pagine una teoria che ho sempre pensato e mai enunciato: la sessualità non è sempre genitale. Insomma secondo la Plã (e non solo) l’atto sessuale non può ridursi al mero sfregamento delle mucose genitali. L’atto sessuale è quasi un rito ascetico personale che prevede liturgie specifiche non necessariamente da fare in due. Ad intervallare questi capitoletti scritti con sagace ilarità, dove si apprendono moltissime cose sull’anatomia di vagina e pene, ci sono delle schede esplicative sulla salute e soprattutto sull’adeguata manutenzione di queste parti del corpo. Ripeto, l’autrice è francese, questa parte è assolutamente pleonastica per una popolazione come la nostra dedita all’uso del bidet. Dopo aver scoperto le varie funzionalità multitasking de la Clitoride e la galassia di ghiandole del piacere poste all’interno del corpo degli uomini, si giunge, senza giri di parole, alla parte pratica del libro da sperimentare il prima possibile: da soli o in compagnia. Con la semplicità iconografica dei manuali di montaggio mobili di Ikea, scopriamo tutti i segreti reconditi e tutte le possibilità di manovra da compiere per procurarsi piacere o procurarlo vicendevolmente. Nota di non poco conto: l’autrice dedica diverse schede alla stimolazione “idraulica” dell’amica vagina. Senza alcun pudore afferma che l’effetto “Fontana di Trevi” è raggiungibile da qualunque vulva e che, anche se culturalmente è una pratica segreta o mai esplorata, almeno per la scienza sarebbe il caso di sperimentare questa possibilità umana.

La novità assoluta è l’inclusività di questo libro. Non è dedicato solo a donne e uomini, ma a tutte le persone dell’intero spettro delle identità di genere. (Forse, leggendo questo libro, è possibile capire realmente cosa sia l’identità di genere e, come dice lo psicoterapetura Crepet, “le identità di genere sono 7,5 miliardi: ogni individuo ne ha una!”) Fatto di non poco conto è anche una parte del libro dedicata alle persone Intersessuali totalmente invisibilizzate sotto tutti i fronti.

Un Manuale geniale, educativo e assolutamente da possedere per comprendere al meglio “cosa muove il mondo”.


Di origine Abruzzese, ma ramingo come un nomade. Di molteplici interessi ogni sabato su Bl Magazine con la rubrica BL LIBRI.

Mostra i commenti

Articoli simili

LA MAFIA SPIEGATA AI BAMBINI di M. Rizzo e L. Bonaccorso (BeccoGiallo) | Recensione

Storie e Culture

TITANE (2021) di Julia Ducornau TITANE (2021) di Julia Ducornau

TITANE – La calcolata ferocia di una nuova (!?) forma di cinema (recensione)

Spettacolo

grace jones I'm not perfect grace jones I'm not perfect

L’Arte omaggiata dai video musicali: Grace Jones, Madonna e Lady Gaga

Storie e Culture

freedom flag freedom flag

Tutti la conoscono ma chi sa la storia della freedom flag?

Sociality

Scopri i nostri social
×