Supporta BL Magazine con un 1€
Dona ora

Connettiti con noi
commissione liliana segre

Human Rights

Commissione Segre contro odio, razzismo e antisemitismo: ecco cosa farà

Liliana Segre Foto Vincenzo Livieri - LaPresse 30-10-2019 - Roma

L’hanno già ribattezzata “Commissione Segre“, dal nome della senatrice a vita Liliana Segre, sopravvissuta ad Auschwitz, che l’ha fortemente voluta.


Sono stati 151 i voti ieri a favore nella votazione finale (M5S + PD + LeU + Indipendenti), mentre 98 gli astenuti (a Palazzo Madama l’astensione conta come voto contrario), ossia le destre in blocco.

Se però da due partiti come Lega e Fratelli d’Italia, la cui base è notoriamente fomentata dagli hate speech dei rispettivi leader Matteo Salvini e Giorgia Meloni, non ci si aspettava esito diverso (per quanto vergognoso), qualche mal di pancia si è avvertito in Forza Italia. La stessa Mara Carfagna, vicepresidente della Camera dei Deputati e volto autorevole del partito di Silvio Berlusconi, in un tweet ha espresso il suo rammarico per l’astensione, dicendosi preoccupata di “tradire valori, andando a rimorchio di un’alleanza di centro destra senza rivendicare un’identità“.

Matteo Salvini, da par suo, si è detto “contrario a violenza, odio e l’antisemitismo senza se e senza ma“, senza però intestarsi l’onorevole qualifica di antirazzista perché “non vorremmo che però che qualcuno a sinistra spacciasse per razzismo quella che per noi è una convinzione, un diritto, ovverosia il “prima gli italiani“.

La comunità ebraica a Roma si è detta “sconcertata” per l’astensione, mentre l’onorevole Emanuele Fiano ha parlato di una “macchia indelebile per la nostra storia parlamentare“.

commissione odio antisemitismo e intolleranza
L’emiciclo del Senato della Repubblica a Palazzo Madama

Di cosa si occuperà la Commissione Segre?

La commissione contro il razzismo e l’antisemitismo sarà costituita da 25 senatori, e al pari delle altre commissioni parlamentari (permanenti e non), potrà proporre, valutare e analizzare preventivamente le proposte di legge inerenti al suo campo d’azione e, in casi specifici, procedere direttamente alla loro approvazione.

Ruolo di osservazione, attuazione leggi e impulso legislativo

In particolare, la Commissione avrà compiti di osservazione, studio e iniziativa per l’indirizzo e controllo sui fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all’odio e alla violenza nei confronti di persone o gruppi sociali sulla base di alcune caratteristiche quali l’etnia, la religione, la provenienza, l’orientamento sessuale, l’identità di genere o di altre particolari condizioni fisiche o psichiche.

Inoltre, la Commissione si farà garante dell’attuazione e dell’indirizzo politico che sarà dato a convenzioni, accordi sovranazionali e leggi nazionali relativi a fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo, istigazione all’odio e alla violenza, nelle loro molteplici manifestazioni di tipo razziale, etnico-nazionale, religioso, politico e sessuale.

Avrà anche un ruolo propositivo e propulsivo nell’elaborazione e nell’attuazione delle proposte legislative, ma promuove anche ogni altra iniziativa utile a livello nazionale, sovranazionale e internazionale.

Raccolta leggi e dati

Importante prerogativa della Commissione sarà la raccolta e la pubblicazione, con cadenza annuale, non solo delle normative statali, sovranazionali e internazionali, ma anche di ricerche, pubblicazioni scientifiche e dati statistici su questioni attinenti a fenomeni di intolleranza, razzismo e antisemitismo, sia nella forma di crimini d’odio che di hate speech.

Stampa e web

Infine, la Commissione può segnalare agli organi di stampa ed ai gestori dei siti internet casi riguardanti fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all’odio e alla violenza nei confronti di persone o gruppi sociali sulla base di alcune caratteristiche, quali l’etnia, la religione, la provenienza, l’orientamento sessuale, l’identità di genere o di altre particolari condizioni fisiche o psichiche, richiedendo la rimozione dal web dei relativi contenuti ovvero la loro deindicizzazione dai motori di ricerca.

Relazione

Entro il 30 giugno di ogni anno, la Commissione è incaricata di trasmette al Governo e alle Camere una relazione sull’attività svolta, recante in allegato i risultati delle indagini svolte, le conclusioni raggiunte e le proposte formulate


Presidente

Stando alle ultime notizie, la Commissione sarà presieduta proprio da Liliana Segre. Un segnale dovuto e fondamentale per l’autorevolezza della Commissione nel sistema legislativo del Senato.

foto in evidenza: Vincenzo Livieri – LaPresse

Nicola Napoletano
Scritto da

Sono nato a Monopoli (BA) 34 anni fa. Cresciuto a pane e prosciutto e una passione smodata per la scrittura, oggi mi divido tra la Puglia e la Città Eterna. Adoro il mare azzurro, i film di François Truffaut, il vino rosé e le poesie di Saffo. Su BL Magazine mi occupo soprattutto di raccontare come vengono trattati i diritti umani e diritti lgbt+ nel mondo... e qualche volta mi distraggo scrivendo di tv e spettacolo!

Commenta

Ti potrebbe anche interessare...

primo ministro nuova zelanda primo ministro nuova zelanda

Il nuovo Parlamento della Nuova Zelanda è il più queer del mondo

Mondo

L’ONU ha adottato il metodo Falcone

Human Rights

previsioni oroscopo pesci previsioni oroscopo pesci

OroscoPERÒ _ Uno, Nessuno, Centomila di PESCI e di GEMELLI (VM18)

Sociality

legge omofobia rinvio legge omofobia rinvio

Il presidente Fico rinvia, ancora una settimana per il ddl Zan

Human Rights

Finalmente “una donna”! E magari un giorno ci diranno anche il suo nome.

Desdemona

Della Gentilezza e del Coraggio di GIANRICO CAROFIGLIO (Feltrinelli) Recensione

Storie e Culture

bangladesh violenza contro le donne bangladesh violenza contro le donne

Il Bangladesh introduce la pena di morte per stupro, ma la soluzione è altrove

Human Rights

GREENLAND con Gerard Butler GREENLAND con Gerard Butler

GREENLAND _ La fine del mondo…in famiglia (recensione)

Spettacolo

Scopri i nostri social