fbpx
Supporta BL Magazine con un 1€
Dona ora

Connettiti con noi

Editoriale

Comunicare i DIRITTI UMANI. La Scuola Media di Altino a lezione con BL MAGAZINE

Mi chiamo Alessandra Ventura, insegno Lettere nella Scuola Secondaria di Primo Grado di Altino, in provincia di Chieti, dell’Istituto Comprensivo “DE PETRA” di Casoli – Altino -Palombaro. La nostra è una realtà piccola, adagiata fra la Majella e l’Adriatico, che non offre grandi stimoli culturali ai suoi abitanti, ma per fortuna si arricchisce della presenza di famiglie immigrate di varia provenienza. Con la classe terza lavoreremo tutto l’anno sui diritti umani, la cittadinanza digitale e la Costituzione, anche attraverso laboratori di lettura e analisi di quotidiani e testate on-line, come BL Magazine, che ho avuto il piacere di conoscere grazie alla mia amicizia con Oscar Innaurato. Quest’anno abbiamo anche aderito al progetto per le scuole “Amnesty kids” di Amnesty International. A fine novembre io e in condirettore Innaurato abbiamo organizzato una lezione in videoconferenza che ha riscosso notevole apprezzamento nella classe per la serietà dei temi e l’approccio di calviniana leggerezza con cui abbiamo provato a trattarli. Successivamente l’esperienza è stata rielaborata in diverse produzioni scritte, e quello che mandiamo è solo un breve e semplice articolo scritto da una delle alunne.


Dall’Istituto Comprensivo “Giulio De Petra” di Casoli-Altino-Palombaro, il racconto di una lezione speciale.

Lo scorso novembre, durante la DAD, io e la mia classe, la 3ª A della Scuola Secondaria di primo grado di Altino (CH),abbiamo avuto l’opportunità di un incontro on line con Oscar Innaurato, condirettore di BL Magazine. Lui è pure maestro di Scuola Primaria, dove insegna fra l’altro inglese e matematica, anche se ha frequentato il Liceo Classico, laureandosi poi in Storia dell’Arte: diciamo che ha preso diverse strade… Inoltre ha vissuto in giro per il mondo, a Sidney, Vilnius, Londra… e ora a Milano, ma le sue origini sono abruzzesi. Raccontandoci la sua esperienza, insomma, Oscar ha stimolato noi tredicenni a seguire le nostre passioni e ad aprirci al mondo. Insieme abbiamo affrontato questioni oggi molto sentite, come la disparità di genere e il recente movimento “Black Lives Matter”; abbiamo scoperto che esiste un nome per la discriminazione verso le persone portatrici di disabilità, ed è “abilismo”; abbiamo anche conosciuto meglio la sigla LGBTQIA+ e devo dire che su questo argomento ho visto un particolare interesse da parte di tuttǝ (eh sì, anche questo abbiamo imparato!), perché molte volte, per uno stupido senso di vergogna, non se ne parla. Un’altra cosa che ci ha molto colpito è il “Wall of dolls”, a Milano: un muro di denuncia contro il femminicidio su cui viene appesa una bambola per ogni donna assassinata. Noi ad Altino siamo abituatǝ a parlare di diritti umani perché la nostra prof di Italiano è un po’ fissata al riguardo, ma questa è stata una lezione speciale, attenta, profonda e allegra come vogliamo essere noi, cittadine e cittadini di oggi e di domani. Grazie Oscar e grazie BL Magazine! Eva Santomero

Scritto da

Mostra i commenti

Articoli simili

Ostellari e il boicottaggio del ddl Zan: abbinato il testo del centrodestra

Human Rights

Legge 194/1978 Legge 194/1978

La legge sull’aborto: il diritto della donna ad interrompere la gravidanza

Human Rights

previsioni oroscopo pesci previsioni oroscopo pesci

oroscoPERÒ _ Porte, Portoni e Uscite di Insicurezza

Sociality

diritti umani lgbti diritti umani lgbti

17 maggio, Giornata contro l’omotransfobia. Gay Help Line: oltre 20mila richieste d’aiuto all’anno

Human Rights

Scopri i nostri social
×