fbpx
Connettiti con noi

Editoriale

CORONAVIRUS. Diario di un redattore in quarantena -Giorno 55-

Cinquantacinquesimo giorno di quarantena.


Se nulla fosse accaduto, se non ci fosse stato un consumatore di pangolini o pipistrelli in Cina oggi sarei stato in Liechtenstein.

La legge del caos imperversa nei nostri destini.

Mai come ora è chiara la veridicità dell’affermazione “una farfalla batte le ali a Pechino e in America si scatena un uragano”.

Talvolta diamo per scontate ed insignificanti le nostre azioni, ma va a finire che quelle, in qualche modo, faranno sì che le sorti di altri cambino.

E con questo pensiero filosofico affetto una melanzana per preparare una buona Pasta alla Norma. Chissà a cosa sia connessa la melanzana acquistata al supermercato?

So che è stata raccolta e coltivata in Sicilia. Presto attraverserà e nutrirà il mio corpo. E se mangiandola attiverò inesorabilmente qualche cataclisma a Ouagadougou in Burkina Faso? O se a causa dell’averla tagliata a cubetti a Boise in Idaho uno scuolabus si schianta contro un albero dove aveva fatto il nido l’ultima coppia di aquile pescatrici? Lo scopo dell’ esistenza della melanzana è detonatore di altre vicende mondiali?

L’angoscia di aver commesso un melanzanicidio mi assale!

La quarantena fa male!

Tornando al mio non viaggio nel micro stato tra Svizzera e Austria.

Personalmente viaggio molto da sempre. È un aspetto del mio vivere trasmessomi dai miei genitori. Come Bruce Chatwin ho il desiderio di conoscere il mondo. In 55 giorni di permanenza a casa ho già bruciato due viaggi: Norvegia e, appunto, il Liechtenstein. Per onor di cronaca in Norvegia sarei andato per riabbracciare i miei amici e conoscere il nuovo arrivato che porta addirittura il mio nome; in Liechtenstein sarei andato solo per dire dopo di esserci stato. Non conosco nessuno che abbia visitato la San Marino dei segreti bancari, la Monaco delle Alpi: insomma, la Cacofonica nazione, mancava alla mia lista di viaggi.

Pensandoci bene, in questi 55 giorni, uno dei settori più colpiti è proprio quello del turismo con tutte le interconnessioni di settore. Dagli aerei, ai trasporti su terra; dagli alberghi ai musei. Una moltitudine di persone si sono ritrovate senza lavoro in ogni angolo del globo.


Si stimano perdite molto vicine al 100%.

Probabilmente è il settore più colpito che inevitabilmente subirà ridimensionamenti anche post quarantena.

Milioni di posti di lavoro perduti. Strutture deserte e aerei che non viaggiano.

La globalizzazione ci aveva permesso di poter andare ovunque. L’idea di poter raggiungere ogni angolo del globo era a portata di mano. Siamo ripiombati a secoli fa quando la società era pressoché stanziale. Chi viaggiava magari lo faceva per sempre, magari a piedi, oppure, i più ricchi, potevano concedersi il Grand Tour in Europa.

Tutto questo, ricordiamocelo, è stato causato da qualcuno che aveva l’irrefrenabile voglia di mangiarsi un pangolino o un pipistrello.

Viviamo come mangiamo!

Pangolino

Avatar

Di origine Abruzzese, ma ramingo come un nomade. Di molteplici interessi ogni sabato su Bl Magazine con la rubrica BL LIBRI.

Commenta

Ti potrebbe anche interessare...

leghisti omofobi siena condannati leghisti omofobi siena condannati

Offesero docente gay su Facebook: condannati per diffamazione a Siena

Human Rights

STO PENSANDO DI FINIRLA QUI (2020) di Charlie Kaufman STO PENSANDO DI FINIRLA QUI (2020) di Charlie Kaufman

STO PENSANDO DI FINIRLA QUI _ Rimpiangere di non aver vissuto (recensione)

Spettacolo

reato universale maternità surrogata reato universale maternità surrogata

Maternità surrogata “reato universale”: la proposta di Giorgia Meloni

Human Rights

#zerowaste: basta con lo spreco di cibo

Sociality

Scioglimento unioni civili Scioglimento unioni civili

Unioni civili: la fine di un rapporto sotto il profilo giuridico.

Legalità

Giornata dell’orgoglio Bisessuale: né diversamente etero, né diversamente omo

Dr. Rainbow

Giancarlo Siani, il giovane giornalista precario che spaventò la Camorra

Legalità

Transfobia al seggio di Siena, allontanato ragazzo trans

Human Rights

Scopri i nostri social
Supporta BL Magazine con un 1€
Dona ora