fbpx
Connettiti con noi

Editoriale

CORONAVIRUS. Diario di un redattore in quarantena. – Giorno 8 –

Ph. Oscar Innaurato

Il 2 di Marzo: l’ottavo giorno di quarantena.


Oggi vorrei concentrare la vostra attenzione su un noto accessorio che, ormai, è diventato indispensabile per l’outfit inverno-primavera nelle zone rosse e gialle d’italia: la mascherina.

Solo una settimana fa abbiamo assistito all’accaparramento indebito delle tanto millantate mascherine che, come armature medioevali, avrebbero dovuto proteggerci dal coronavirus.

Informandomi sul web e chiedendo conferma al mio Medico ho scoperto che la mascherina non protegge dal coronavirus o da qualunque agente patogeno, ma impedisce a chi ne è contagiato di spargere eventuali microrganismi nell’aria. Insomma è il salto della quaglia della virologia: non ti protegge dal mondo esterno, ma protegge il mondo esterno da te!

Non sono mancati i rincari ai pezzi di straccetti per coprire il muso: abbiamo constatato su amazon che alcune mascherine da falegname o da giardinaggio, millantate come panacea all’agente patogeno cinese, siano arrivate a costare come due ore di compagnia con la Nipote di Mubarak (pace all’anima sua!).

La speculazione degli sciacalli è sempre in agguato.

Tornando a Milano. La cosa migliore di questa città è che zampilla sempre di creatività e glamour: anche in una situazione “pestilenziale” come questa.

Ho assistito personalmente alla personalizzazione delle mascherine. Da quelle “basic” bianche con gli elastici, (il minimal abbinabile con tutto) a quelle più eleganti con decorazioni floreali o monogrammi di case di moda: lo stile è milanese. Indubbiamente.

Lasciando al quadrilatero della moda la declinazione fashion della mascherina antimicrobica, devo dire che uno stuolo di uomini e donne ha colto l’occasione per sfoggiare maschere al limite dello stile camp. Qualcuno ha addirittura osato di riproporre la maschera del bisnonno materno usata nelle trincee sul Piave. Oppure qualcuno, in puro stile Sadomaso si è concesso il total latex.

Menzion d’onore per il Governatore Attilio Fontana che, come uno studentello delle medie negli anni ’90, ha osato indossarla soltanto con un elastico: perché fa figo!

il Governatore Attilio Fontana

Ad oggi penso anche che Milano abbia avuto una precorritrice dei tempi. Una che aveva fiutato la tendenza del momento anni fa. Nella storia C’é sempre stato qualcuno che ha anticipato i tempi: Leonardo Da vinci con le sue invenzioni, Nikola Tesla con l’energia elettromagnetica e Alan Turing con il suo proto-Computer.

Ora il genio indiscusso della mascherina è Lei: M¥SS KETA.


Un consiglio per tutti. Adeguiamoci alla “ragazza di Porta Venezia” non solo per la mascherina ma anche per il suo modo di pensare!

Girl Power!

M¥SS KETA

Oggi piove. Decido di ascoltare un vecchio disco a tema. Era il 1999 quando i Litfiba portarono in radio uno delle loro canzoni più belle!

MASCHERINA

Canzone per chi non dice le cose in faccia
Non chiedo che tu mi prenda tra le tue braccia
Vorrei capire il tuo pensiero e basta
Parlarsi in faccia è l’ideale e preferisco sia cosi

Le mezze parole mi fanno male e la tua maschera mi butta giù
Travestimenti da carnevale ne vedo sempre di più
E nei salotti c’è un gran da fare
Tra finti amici e finta complicità

Io ti conosco mascherina ti conosco
Ti conosco mascherina ti conosco
Mediatizzati da ogni canale ne scopro sempre di più
Regnano nel mondo del virtuale

E fanno a gara di popolarità
Io vi conosco mascherina vi conosco
Non vi capisco mascherine ma vi conosco
Oppoppopo oppoppopo

Canzone per chi non me la racconta giusta
Non chiedo che tu mi prenda tra le tue braccia sai
Vorrei capire il tuo pensiero e basta
Vuoi farmi il pacco? Poi dimmi perché

Nella mia testa vedrò cose più vere
E ti conosco mascherina ti conosco
Ti riconosco mascherina ti conosco oppo oppo
Non ti capisco ma ti conosco
Oppoppopo oppopopo

Avatar

Di origine Abruzzese, ma ramingo come un nomade. Di molteplici interessi ogni sabato su Bl Magazine con la rubrica BL LIBRI.

Commenta

Ti potrebbe anche interessare...

ENOLA HOLMES su Netflix ENOLA HOLMES su Netflix

ENOLA HOLMES _ Una giovane eroina destinata al facile successo (recensione)

Spettacolo

leggi sodomia stati uniti leggi sodomia stati uniti

Nell’Idaho (USA) si puniscono ancora gli atti sessuali “contro natura”

Mondo

Donne e madri di ‘Ndrangheta: l’altra metà del crimine

Legalità

Sassari è transfemminista: arriva il festival “Tzua!”.

Desdemona

oberyn bisessuale oberyn bisessuale

#Le5 serie tv con personaggi bisessuali

Spettacolo

“L’Architettrice” di MELANIA G. MAZZUCCO (Einaudi) Recensione

Storie e Culture

podcast sessuali podcast sessuali

Il sesso, il cibo e i PODCAST EROTICI. Dove andremo a finire?

Sociality

leghisti omofobi siena condannati leghisti omofobi siena condannati

Offesero docente gay su Facebook: condannati per diffamazione a Siena

Human Rights

Scopri i nostri social
Supporta BL Magazine con un 1€
Dona ora