fbpx
Connettiti con noi

Sociality

Gli abusi dei diritti umani nel mondo dei Marvel’s Villains: un approfondimento

#10DaysOfHumanRights – Giorno 6

Ciao a tutti e ben trovati sulle righe geek del #BlMagazine. Questa settimana tutti gli articoli presenti sul magazine saranno focalizzati sul tema dei #DirittiUmani: differisce invece questa rubrica che seppur gettando un occhio alla tematica la analizza con prospettiva diametralmente opposta.


Si sa che gli eroi sono quelli in cui uno si identifica: si battono per il popolo, per valori alti come giustizia e verità e tante altre buone cause, ma è anche vero che sono i “Cattivi” ad avere appeal. Questi personaggi, variamente sfaccettati, nelle saghe di fantasia in cui abusano negativamente dei loro poteri violano diritti umani, discriminano minoranze, mettono in atto meccanismi di manipolazione e sopraffazione.

Per tutti questi motivi ho pensato di fare una carrellata di famosi Marvel Villains e analizzare i loro crimini perpretati a danno dell’intera umanità.

È innegabile che senza cattivi non ci sarebbero nè eroi nè cause per cui combattere, per cui se siete pronti cominciamo l’analisi!

Teschio Rosso, la rappresentazione del nazismo

Jack Kirby & Joe Simon idearono nel 1941 il personaggio di Captain America alias Steve Rogers, un ragazzino piuttosto gracilino scartato al servizio militare in quanto non possedeva i requisiti fisici necessari per essere arruolato come soldato.

Ciò che però Steve aveva, e in grande quantità, erano forti ideali e un incrollabile senso di giustizia, e nonostante le sue particolari condizioni fisiche era ben determinato a servire il suo paese durante la seconda guerra mondiale e debellare la minaccia nazista capeggiata dal misterioso Teschio Rosso.

Offertosi volontario per il progetto segreto del super soldato, tramite la somministrazione di un siero diventa un formidabile paladino a stelle e strisce, tanto da essere ribattezzato “Sentinella della libertà“.

Gli autori hanno poi riferito di aver creato volutamente questa opposizione, che intendeva riflettere la storia dell’epoca da un lato con l’America come simbolo di libertà, e dall’altro la Germania nazista, bellicosa e antidemocratica.


Teschio Rosso, protetto da Adolf Hitler, è complice e autore di genocidi di massa e carneficine; scaltro e crudele, ha totalmente aderito all’idea del “SuperUomo” del Fuhrer. Le sue origini travagliate rivelano la perdita precoce di sua mamma, morta di parto, un tentativo di infanticidio da parte di suo padre, che cercò di affogarlo per poi suicidarsi, una infanzia vissuta tra la strada e l’orfanotrofio e infine il primo omicidio, scatenato per delle avances rifiutate rivolte a una ragazza ebrea, successivamente massacrata a badilate.

Magneto, quando la vittima diventa carnefice

A proposito di Genocidio, abbiamoparlato tempo fa della storia di Magneto, villain per eccellenza degli Xmen ed ebreo di nascita, durante gli anni della seconda guerra mondiale.

Nei suoi anni adolescienziali, ancora privo di poteri, viene deportato dalle Gestapo nei campi di concetramento, dove comincia a sviluppare un odio profondo verso l’intera umanità. Questo disprezzo lo porterà negli anni successivi a scontrarsi con Charles Xavier, sostenitore della pacifica coesistenza tra umani e mutanti, mentre Magnus (questo il vero nome del signore del magnetismo), adottando anche lui l’dea del “SuperUomo”, comincia a sostenere la superiorità del genere mutante al genere umano, che per le nefandezze perpretate in passato meriterebbe di scomparire. Anche perchè la storia si ripete, gli uomini hanno paura e sono intolleranti al diverso tanto che, in preda alla XENOFOBIA, politici e potenti del pianeta hanno permesso la costruzione di enormi sentinelle metalliche in grado di individuare e sopprimere i mutanti o deportarli nei campi di concetramento per lo sterminio.

Thanos, il signore del genocidio

Nulla di tutto ciò, però, può essere paragonato (almeno sulla carta) al folle titano Thanos. Con l’acquisizione delle gemme dell’infinito che gli hanno permesso di rimodellare il mondo a suo piacimento, si rende responsabile della sparizione di metà della popolazione mondiale con un semplice schiocco delle dita.


Il titano violaceo è artefice di Crimini contro l’umanità piuttosto gravi, come omicidi di massa, torture, crimini di guerra, violenze psicologiche e fisiche perpetrate anche ai danni delle figlie Gamora e Nebula.

Nemico giurato dei Guardiani Della Galassia, Thanos è uno dei villain più potenti dell’universo Marvel. Seppur in un aspetto sci-fi rispetto ai precedenti villains, le atrocità commesse sono sempre le stesse.

Sempre restando in “famiglia” il fratello meno famoso di Thanos, StarFox, ha la capacità di far innamorare chiunque sia attorno a lui. Il suo crimine è dunque lo stupro: seppur completamente diverso dal fratello riesce in grado di stimolare tramite il suo potere i centri del piacere delle menti altrui, ovviamente anche l’attrazione sessuale. Si rende quindi primario il tema del consenso.

Thanos (a sinistra) e Starfox

Loki e i suoi inganni

Meno pericoloso (ma nemmeno troppo) rispetto ai sopracitati, il dio norreno dell’inganno Loki, principale nemico di Thor, dichiaratosi genderfluid (vista la sua incarnazione in un corpo femminile dopo gli eventi di Ragnarock), bisessuale e poi pansessuale, è appena tornato alla ribalta con una serie tutta sua.

È considerato uno dei più famigerati criminali dell’universo Marvel. Nato dal re dei giganti ma abbandonato alla nascita, Loki viene adottato da Odino, padre degli dei, che lo cresce come figlio proprio. La verità sulle sue vere origini gli viene taciuta, è trattato con disprezzo ed emarginazione dagli altri asgardiani perchè diverso, dal fisico debole rispetto al potente fratellasto.

Dotato però di mente acuta, iniza a tessere folte trame d’inganni e menzogne: l’invidia, e a seguito l’odio per la benevolenza del padre verso il fratello, il tradimento delle verità non dette lo accecano fino a portarlo al punto di non ritorno, complice anche la bramosia del potere.

Loki, grazie allo studio delle arti magiche oscure, scatena sui nove mondi le creature mitologiche norrene più temute, fino a guadagnarsi la fama rieccheggiò di “Dio della morte”. La sua discesa sulla terra non risparmia nessuno: crimini contro la pace,massacri (anche per semplici ripicche o frivolezze contro il fratello), alleanze malvagie con altri villains quali Magneto e il Teschio Rosso per le sue macchinazioni di potere.

Loki


Che siano dei o alieni, gli sceneggiatori della Marvel hanno proiettato tutte le malvagità compiute dall’uomo nella vita reale nei personaggi su carta: storie nate in un epoca in cui si sentiva davvero il bisogno di eroi, qualcuno che ponesse fine ai conflitti almeno nell’immaginario, punendo tutti coloro che minavano la stabilità di una pace tra i popoli e soffocavano i diritti umani altrui.

Benché la storia insegni, oggi purtroppo l’uomo non ha ancora del tutto compreso il valore del potere, perché l’ignoranza e l’odio calpestano ancora oggi la libertà dei popoli e dell’individuo.

Se conoscete altri villains con crimini più specifici fatemi sapere! Riassumere decenni di storia Marvel in poche righe non è stato semplice quindi perdonate alcune omissioni. Mi aspetto vostri suggerimenti e commenti a riguardo,lasciate sempre un like se vi è piaciuto! Alla prossima! 

Scritto da

Mostra i commenti

Articoli simili

L’omosessualità nel Codice penale preunitario e postunitario italiano

Storie e Culture

spot televisivi coming out spot televisivi coming out

#Le5 pubblicità sul Coming Out (Coming Out Day)

Sociality

francesco d'assisi di Borbone francesco d'assisi di Borbone

La storia di Francesco d’Assisi di Borbone, il misterioso Re consorte a cui piacevano i merletti

Storie e Culture

Zannoni (con la sua faina) vince il 60° Premio Campiello

News

Scopri i nostri social
×