<

p dir=”ltr”>A seguito di una emorragia cerebrale causata da una una leucemia promielocitica acuta é morto Ennio Fantastichini. Aveva 63 anni.
Già da quindici giorni era stato ricoverato presso il Policlinico Federico II di Napoli.

Ricordiamo l’attore, nato a Gallese (VT) nel 1955 per aver preso parte a numerosi e fiction diventati “cult“. Il suo più grande successo lo ottiene con Porte aperte (1989) di Gianni Amelio, grazie al quale, interpretando il personaggio di Tommaso Scalia accanto al suo maestro Gian Maria Volonté, riceve vari premi: Ciak d’oro 1991, Nastro d’argento (miglior attore non protagonista), European Film Awards (scoperta dell’anno) e il Premio Felix 1991.

Attore sanguigno ed incisivo dal carisma prorompente, ottiene grande successo la sua interpretazione del romano prepotente con Sabrina Ferilli nel film Ferie d’agosto (1996) di Paolo Virzì, grazie al quale ottiene una nomina per il David di Donatello 1996.

Lo ricordiamo anche per aver recitato in Saturno Contro di Ferzan Özpetek nel 2007, ma soprattutto per la magistrale interpretazione in  Mine Vaganti (2010), sempre del regista Turco. Con il personaggio di Vincenzo Cantone vince il David di Donatello come miglior attore non protagonista.

L’ultima produzione cinematografica a cui ha partecipato Ennio Fantastichini é stata Una Famiglia di Sebastiano Riso nel 2017.