Supporta BL Magazine con un 1€
Dona ora

Connettiti con noi
gabon

Mondo

Gabon, essere omosessuali non è più un reato!

Con il voto di lunedì 29 in Senato, il paragrafo 5 dell’art. 402 della legge 042/01 del luglio 2019, che rendeva illegale l’omosessualità in Gabon, è stato cancellato.


I 48 voti a favore dell’Assemblea Nazionale dello scorso 23 giugno sono stati confermati con i 59 sì all’abrogazione da parte, principalmente, dei venerabili senatori del Partito Democratico Gabonese (PDG). 17 i voti contrari (Fronte Unito, Centristi e non iscritti) e 4 le astensioni (PDG) per il disegno di legge, adottato dal Senato in termini identici a quelli dell’Assemblea nazionale.

Per rendere la decisione del Parlamento legge effettiva resta solo l’apposizione della firma del Presidente della Repubblica per la promulgazione e la pubblicazione nella Gazzetta ufficiale (GU).

Il ritiro del paragrafo 5 è stato fortemente criticato dagli esponenti del mondo della chiesa, cittadini cattolici e dai politici conservatori, ma anche da buona parte della maggioranza, rivendicando l’estraneità dell’omosessualità “agli usi e costumi della società gabonese“.

C’è inoltre anche chi ritiene che la proposta, supportata dal governo, sia solo un modo per accontentare donatori e finanziatori occidentali.

Anche la first lady, Sylvia Bongo Ondimba (francese di nascita), moglie del presidente Ali Bongo Ondimba, si è detta felice per l’esito della votazione. Nella giornata di lunedì ha espresso la sua soddisfazione su Twitter, scrivendo che “Le nostre differenze sono la nostra ricchezza. Essere tolleranti significa accettare di vivere insieme malgrado le nostre differenze”.

Plauso dall’ONU: “Ogni cittadino è libero”

Per Stephen Jackson, coordinatore residente delle Nazioni Unite in Gabon, il ritiro di questa disposizione “è conforme alla promessa costituzionale del Gabon secondo cui ogni cittadino ha il diritto al libero sviluppo della sua personalità“. “Per le Nazioni Unite questo passaggio è una dimensione essenziale del principio di” non lasciare nessuno indietro”, che è il fondamento dello sviluppo sostenibile“, ha affermato a nome dell’Organizzazione Internazionale.

Il coordinatore Jackson, inoltre, si è inoltre congratulato con il popolo, il parlamento, il governo e il presidente del Gabon, Ali Bongo Ondimba “per questa importante azione intrapresa“.

Bekale: “il matrimonio gay è fuori discussione”

Secondo quanto riportato da Gabonmedia il capo del governo Julien Nkoghe Bekale, per allentare le tensioni sociali e i contrasti dovuti alla cancellazione del reato di omosessualità, avrebbe cercato di respingere tutte le strumentalizzazioni dell’opinione pubblica rassicurando di non avere intenzione di intraprendere nuove iniziative a favore dei cittadini lgbt: “Teniamo a precisare, come governo, che il matrimonio tra persone dello stesso sesso non sarà mai permesso. Il matrimonio è l’unione tra un uomo e una donna e la famiglia è il fondamento della nostra società “, ha precisato il Primo Ministro, fortemente criticato per le sue politiche pro-lgbt.

La depenalizzazione dell’omosessualità in Gabon mirerebbe quindi a garantire essenzialmente le libertà individuali dei cittadini: “Le disposizioni del nuovo codice penale puniscono l’esibizionismo sessuale” ha concluso Bekale “Abbiamo sempre condannato l’esibizionismo e la violazione della morale, ma rispettando l’orientamento sessuale e i diritti delle minoranze“.

Nicola Napoletano
Scritto da

Sono nato a Monopoli (BA) 34 anni fa. Cresciuto a pane e prosciutto e una passione smodata per la scrittura, oggi mi divido tra la Puglia e la Città Eterna. Adoro il mare azzurro, i film di François Truffaut, il vino rosé e le poesie di Saffo. Su BL Magazine mi occupo soprattutto di raccontare come vengono trattati i diritti umani e diritti lgbt+ nel mondo... e qualche volta mi distraggo scrivendo di tv e spettacolo!

Commenta

Ti potrebbe anche interessare...

stormfront stormfront

Inside… The Boys, le differenze LGBT tra serie e fumetto

Sociality

equality effequ equality effequ

La Parità di Genere sulla carta stampata: EffeQu sostituisce il maschile generico.

Desdemona

ace week ace week

“Sono asessuale, non invisibile!”. La storia di S., attivista asessuale (intervista)

Human Rights

100 anni di Pura Fantasia. Rodari: l’anniversario particolare

Storie e Culture

DUMBO (1941) DUMBO (1941)

DUMBO (1941) _ Della Diversità fare una Virtù (recensione)

Spettacolo

copertina copertina

La Polonia limita ancora il diritto all’aborto

Mondo

legge omofobia zan legge omofobia zan

Legge Zan alla Camera il 27 ottobre: il testo e gli scenari possibili

Human Rights

Conte VS le mascherine: ci pensano i Ferragnez

Sociality

Scopri i nostri social