fbpx
Connettiti con noi

Spettacolo

I KILL GIANTS ( 2017 )

Distribuito su Netflix , “I KILL GIANTS” è la trasposizione cinematografica dell’omonimo fumetto firmato da Joe Kelly e J.M.Ken Niimura.


Barbara Thorson è una ragazzina che molti definirebbero problematica. A casa le cose non vanno bene e a scuola pare non avere amici. Passa le sue giornate a far sì che tutto non precipiti: protettrice della sua cittadina ella studia e dà la caccia a dei temibili giganti. Ma la presenza più oscura si cela proprio a casa sua, al piano di sopra…

I KILL GIANTS è quello che potremmo definire una storia di formazione.
Il neo regista Anders Walters, supportato dalla sceneggiatura dello stesso autore del fumetto, Joe Kelly, si cimenta con un materiale davvero interessante e ci si affianca con rispetto, quasi ricalcandone lo spirito delle pagine.

Il regista trova il giusto equilibrio tra l’elemento fantastico e il cuore più emozionale e sentimentale.
Le stesse creature – i giganti del titolo – sono rese con una certa fedeltà, sebbene gli effetti speciali manchino di una certa credibilità in alcune sequenze.

Il percorso della piccola Barbara, interpretata da una convincente Madison Wolfe (vedi “THE CONJURING 2-Il Caso Enfield“), è fatto di piccoli ma dettagliati rituali: ogni giorno lei costruisce e sistema trappole, raccoglie e mescola “pozioni” che possano attrarre le terribili creature, dissemina la scuola di simboli e oggetti magici, controlla il moto del mare e dei venti, custodisce segretamente un’arma potente, Coveleski.

L’attenzione che ella pone in questi riti la distoglie e la protegge dallo sgretolarsi della sua identità e della sua famiglia. Se infatti Barbara mostra coraggio e determinazione nel cacciare i giganti che si nascondono nei boschi e che vengono dal mare, ciò non accade quando si tratta di affrontare la presenza più sinistra che abita nella sua casa, al piano di sopra. Tanto questa cosa la spaventa che preferisce dormire in cantina, in un piccolo rifugio che si è costruita.

Sarà grazie alla presenza di una sua nuova compagna di classe e alla costanza della psicologa della scuola – una brava Zoe Saldana (vedi “I GUARDIANI DELLA GALASSIA“) – che la ragazzina riuscirà a venire a patti con la realtà che la circonda e la spaventa.

Quelle figure insormontabili e invicibili sono sì la minaccia di qualcosa che viene a distruggere il nostro mondo, ma prima ancora la nostra quiete interiore; sono i mostri con cui tante famiglie si ritrovano a dover lottare e che non ci fanno dormire la notte; sono quindi la consapevolezza e l’accettazione di un dolore che pare essere più grande e più forte di noi.

E per quanto ci possa affidare ad amuleti e preghiere, anche il titano più temibile va affrontato perché si possa continuare a imparare, a crescere e a vivere.

I KILL GIANTS dove manca del potere dell’immaginazione, affonda dritto in mezzo al cuore. Toccante.

Avatar
Scritto da

Ossessionato dal trovare delle costanti nelle incostanze degli intenti di noi esseri umani, quando non mi trovo a contemplare le stelle, mi piace perdermi dentro a un film o a una canzone.

Commenta

Ti potrebbe anche interessare...

oscar Innaurato e le autrici de La sposa Yemenita: Laura Silvia Battaglia e Paola Cannatella oscar Innaurato e le autrici de La sposa Yemenita: Laura Silvia Battaglia e Paola Cannatella

“La Sposa Yemenita” di L.S. Battaglia e P. Cannatella (BeccoGiallo)

Storie e Culture

BIG FISH di Tim Burton BIG FISH di Tim Burton

BIG FISH – Le Storie e la Magia di una Vita

Spettacolo

Scopri i nostri social
Supporta BL Magazine con un 1€
Dona ora