fbpx
Connettiti con noi

Storie e Culture

Le ricette della porta accanto: I TORTINI SVUOTAFRIGO

In attesa di scoprire le novità di BL Food, la rubrica dedicata alle ricette semplici e veloci, continuiamo con “LE RICETTE DELLA PORTA ACCANTO” dei nostri lettori, inviatecene tante, bellissime e corredate di foto e spiegazione “step by step” all’indirizzo redazionebearslicious@gmail.com


Oggi è la volta di una ricetta del nostro Filippo, i tortini “svuotafrigo”. Eccola!

 

L’idea di questa ricetta mi è venuta pensando a quante verdure e formaggi vanno buttati perché scadono.
Essendo nel periodo delle torte per le scampagnate (pioggia permettendo) mi è venuta in mente di sfruttare prodotti che altrimenti finirebbero nella spazzatura.

La ricetta (tranne per le zucchine) contiene pochissimo sale, oppure lo trae dai prodotti presenti all’interno.

Ingredienti: 

1 ciuffettino di erba cipollina
1 zucchina
½ cipolla
1 spicchio d’aglio
Stracchino (qb)
Rotolo di pasta sfoglia
2 scatolette di Tonno al naturale
Olio (qb)
Sale
Spezie varie (io ho utilizzato Pepe e Curcuma)

Ovviamente le dosi e i prodotti possono essere cambiati senza problemi usando verdure differenti (tipo carota o patate, ma per queste è sempre meglio “sbollentarle” un po’ prima di passarle in padella) o formaggi differenti.
Le porzioni indicate sono una tortiera piccola (oppure, come ho fatto io, 4 pirottini piccoli).

Step 1

Per prima cosa tagliate la zucchina a dadini e aggiungete un pizzico di sale, dopodiché lasciate riposare qualche minuto. Questo metodo permette di togliere l’acqua di coltivazione dalla zucchina, rendendola meno amara.

Mettere in una padella un goccio d’olio e accendere a fiamma moderata, aggiungendo uno spicchio d’aglio per farlo insaporire (consiglio: prima di mettere l’aglio a cuocere, schiacciatelo per far rilasciare il sapore più velocemente).


A me personalmente non piace lasciare lo spicchio d’aglio nelle pietanze e quindi lo tolgo prima di mettere gli altri ingredienti, ma se voi preferite lasciarlo mi raccomando, NON fatelo bruciare.

 

Step 2

Mentre l’olio si sta insaporendo, prendete la cipolla e togliere la “pellicina” superiore, e tagliatela come vi aggrada. Io ad esempio ho tagliato la cipolla a cubetti grossolani.

Una volta fatto, versate il tutto in padella fino a che la cipolla non appassisce (ossia quando la cipolla diventa da bianca, o di un colore molto trasparente).
Nella ricetta qui ho usato la cipolla rossa di Tropea perché ha un gusto meno deciso ed è molto dolce (considerando che ho un compagno che odia le cipolle è l’unica che posso usare) ma per il tonno si può utilizzare anche lo scalogno.

Step 3

Dopo aver fatto perdere i liquidi alla zucchina, sciacquatela sotto acqua corrente (altrimenti sarà molto salata) e appena la cipolla si è rosolata fatela appassire in padella.
Una volta rosolata la zucchina insieme alla cipolla, buttateci dentro il tonno e aggiustate con le spezie. Io preferisco utilizzare il tonno al naturale (ovviamente togliendo l’acqua all’interno della scatoletta) per non appesantire il piatto. Potete tranquillamente usare anche il tonno all’olio di oliva, ma dovete ricordare che se ci volete aggiungere un formaggio quest’ultimo non deve essere grasso.


Spezie: qui ho aggiunto la curcuma e il pepe nero, ma si possono utilizzare anche lo zenzero o il peperoncino se amate un sapore deciso.

Step 4

Appena il tonno si sarà “frantumato” aggiungete lo stracchino e fatelo sciogliere fino a che non diventa filante e cremoso, e aggiungete l’erba cipollina tagliata finemente (anche se dovessero rimanere dei pezzi un po’ più grandi, in forno tenderà a sfaldarsi e in bocca non si sentirà nulla).

Mi raccomando lo stracchino non deve sciogliersi del tutto (ossia non deve diventare “acqua”).

Step 5

Per finire, prendete la pasta sfoglia e con la carta forno adagiatela in una tortiera e mettere il composto sopra.
Io personalmente ho preso 4 pirottini di alluminio ho ritagliato 8 dischi di pasta sfoglia (un disco per la base e un disco per chiuderlo) grandi quanto la circonfernza degli stessi.

Ho messo tutto in forno ventilalo a 200° per 20 minuti (o fino a quando la frolla risulta bella friabile)

Una volta cotto sarà un piatto che potrà essere usato sia come antipasto sia come secondo, e se bella croccante la sfoglia si può mangiare anche con le mani.

Contorno: potete utilizzare qualsiasi cosa: io ho aggiunto l’insalata russa per impiattare, ma potete usare di tutto.

Spero che la ricetta vi sia piaciuta! Ditemi come la vorreste modificare anche con altri ingredienti.

Scritto da

Sono nato in Puglia, dove sono cresciuto a orecchiette, giornalini e romanzi d'appendice. Sono ebbro di vino, virtù e poesia. Oggi mi divido tra la città natale e la città Eterna. Nella vita mi collaboro con le case editrici come revisore di testi ed editor. Su BL Magazine coordino la linea editoriale e mi occupo di raccontare come vengono trattati i diritti umani e diritti lgbt+ nel mondo... e qualche volta mi distraggo scrivendo di tv e spettacolo!

Mostra i commenti

Articoli simili

cosa mangiare in quarantena cosa mangiare in quarantena

La “dieta della quarantena”: i consigli della nutrizionista

Dr. Rainbow

Scopri i nostri social
×