Supporta BL Magazine

Lo sappiamo, anche noi odiamo i pop-up che t'impediscono di navigare e leggere quello che vorresti. Qua non ne troverai. Siamo una redazione libera e l'unica fonte di sostenamento sei tu. Puoi supportarci disattivando AdBlock e cliccando su Refresh. Grazie.

Negli ultimi mesi avrete sicuramente sentito parlare dell’anacronistica battaglia parlamentare che vuole intraprendere il Senatore Simone Pillon.

Pillon è il fondatore del Family Day ed è stato eletto in quota Lega.

Il Senatore Pillon al Family Day di Roma

 

Il Fatto. Dal mese di Marzo scorso è stata montata una polemica che si sta trasformando in vero e proprio tormentone anacronistico. Il Senator Pillon denuncia che in alcune scuole del bresciano vengano intrapresi laboratori di stregoneria. Ed ammise “Nelle scuole della mia Brescia, dopo il Gender, sono arrivati a imporre la stregoneria, ovviamente all’insaputa dei genitori. Appena insediato farò una interrogazione parlamentare su questa vergognosa vicenda”

Qui di sotto il Post del senatore.

Il Post del Senator Pillon (Lega)

A memoria storica sarà per la prima volta che una Repubblica si ritroverà a dibattere sulla Stregoneria in Parlamento. Ed è il 2018. Neanche durante la Santa Inquisizione si arrivò a tanto. Neanche negli stati come Togo e Benin, dove la “religione di Stato” è il Voodoo , si è mai arrivati a parlare di streghe e pozioni.

Tutto è nato da una segnalazione di una insegnante che ha assistito ad una lezione laboratoriale nella scuola primaria di Mocasina una frazione del comune di Calvagese della Riviera, in provincia di Brescia. La lezione era tenuta dalla Scrittrice Ramona Parenzan, esperta di Intercultura ed autrice di numerose fiabe per bambini.

la Scrittice Ramona Parenzan

La Perenzan ha una biografia molto particolare è figlia di un Rom, ha sposato un Ivoriano. Parlandoci e leggendo i suoi scritti ci si rende conto dello studio meticoloso che Ramona Parenzan ha effettuato. Ha una cultura poliedrica che va dalla letteratura all’antropologia. Ci ha raccontato che le sue letture fondamentali vanno da Italo Calvino, Basile alle letterature lontane, quelle dell’Africa, dell’Asia, senza trascurare le minoranze europee. è inoltre insegnante di Italiano per stranieri. Parlandoci ci si rende subito conto di trovarsi a parlare con una Intellettuale Accademica che sa il fatto suo!

Noi di BL MAGAZINE l’abbiamo intervistata in esclusiva, questo sabato, per la rubrica BL LIBRI.

Come hai reagito alle affermazioni di un Senatore della Repubblica italiana che ti ha accusato di impartire lezioni di  “stregoneria” ai bambini?

“Ma guarda, da tempo sentivo, facendo la raccontastorie ed occupandomi di intercultura a scuola e portando fiabe in lingua originale (anche in Romanì la lingua degli zingari), che sfrutto per far cantare i bambini nelle lingue del mondo. Sapevo che prima o poi a qualcuno avrebbe potuto andare storto.

La maggior parte degli insegnanti è assolutamente entusiasta di far partecipare i propri alunni a questo tipo di attività, ma c’è qualcuno che pensa che le attività interculturali non servano. In maniera molto subdola sono stata colpita, hanno mistificato il mio intervento. Il Senatore non ha appurato nulla direttamente. Si è innescato una sorta di passaparola che è arrivato a Pillon. Non mi sono presentata ai bambini come “Strega Romilda” anzi, ho spiegato ai bambini che avrebbero realizzato con me un laboratorio di intercultura. Non ho assolutamente fatto riti o iniziazioni alla stregoneria. Ho fatto vedere cosa sia il saluto dell’acqua nell’animismo. Senza divulgare alcunché o teorizzare alcun rituale strano.”

Spiegaci bene cosa sia questo “saluto”…

“Avendo incontrato molti migranti, mi sono fatta raccontare da loro le loro tradizioni popolari. Ho utilizzato un gesso bianco che viene utilizzato per decorare il viso in quelle popolazioni Nigeriane. A loro serve per ringraziare gli spiriti degli antenati. Il tutto era contestuale alla fiaba che stavo raccontando. Questo dettaglio era dentro la fiaba! Poi, sai benissimo che se dai dei colori a dei bambini, loro sono felicissimi di colorarsi.

La cosa subdola è venuta proprio in questo episodio: era presente un’insegnante che ha  manipolato quello che era realmente accaduto, e poi con il passaparola è arrivato a Pillon che utilizzato questa falsa notizia politicamente.

La cosa peggiore è che poi sono andati a vedere tutta la mia bibliografia. Io scrivo non solo per i bambini ma anche romanzi per un pubblico adulto.”

Quindi hanno consultato anche libri che non usi nei tuoi laboratori?

“Sì, esatto. Il libro che ha sbandierato il Pillon non era assolutamente quello che utilizzo nelle mie lezioni. Nel romanzo parlo di aborto e del corpo delle donne. Parla della violenza subita dalle donne, parlo di tematiche LGBT, di adozione… loro cosa hanno fatto: hanno preso questo romanzo e hanno detto che io lo utilizzavo nei laboratori didattici ed hanno cavalcato le loro ideologie.

Da autrice ti dico che so bene come differenziare la narrazione: un conto sono i bambini, un conto sono gli adulti!

Altro fatto sconcertante, hanno preso dalla mia bacheca Facebook alcuni video che ho pubblicato in passato. Erano video del filone Wikka (la corrente New Age [ndr]) : Io leggevo dei brani di una scrittrice americana… loro hanno collegato anche questo… da lì è partita la “caccia alle streghe”…”

E da lì cosa è accaduto?

“Io dovevo fare dei laboratori a Lecco e in tutta la Brianza e mi sono ritrovata ad essere ispezionata dalla DIGOS. Mi hanno invitata a non fare i laboratori perché c’era questa faccenda contro di me! Per cui io da questa vicenda ho subito un danno economico non indifferente.”

E le persone che ti sono vicine hanno avuto ripercussioni?

“Mio figlio ha iniziato ad avere problemi per questa storia, fortunatamente è molto auto ironico e zen: ma ti immagini se ti ritrovi persone che affermano che tua madre sia una strega?”

Tu come ti senti?

“Usata. Usata per meri fini politici… mi ha fatto molto male.”

Come procederai?

Sono subito ricorsa al mio Avvocato. Ho esposto denuncia per diffamazione. Il giorno successivo è stato pubblicato un altro articolo che mi derideva.

Da lì ho tenuto un profilo molto basso su questa cosa perché non ho voluto alimentare il loro gioco! Ed ho deciso che con questo tipo di interlocutori non si può avere alcuna dialettica. Fortunatamente ho trovato anche un risvolto positivo…

Quale?

“Ho avuto una valanga di stima e sostegno attraverso messaggi e post: l’Italia fortunatamente non è messa male, ho pensato. Quindi ho deciso di realizzare una nuova collana: Rosabalena della casa editrice La strada per Babilonia. Ho deciso che continuerò a portare avanti il mio lavoro di autrice- antropologa per far incontrare i popoli attraverso la cultura. Quindi si è creato una azione, un movimento: come un’onda, come l’Onda di Hokusai…”

C’era un Monaco Giapponese che sosteneva che bisognava trasformare il veleno in medicina per trovare l’illuminazione… Ramona, ho un’altra domanda per te: come ben sai un prelato, il Direttore di Radio Maria,Padre Livio Fanzaga, sulla vicenda si è lamentato molto ed ha affermato: “Il prete non può entrare in classe per fare le benedizioni ma si invitano le streghe. Queste praticanti dell’oscuro sono in connubio col diavolo”! Alla luce di tutto questo, tu come la prendi una affermazione del genere?

“È un personaggio che conoscono tutti. Talvolta quando cambio stazione radio in macchina e sbadatamente lo ascolto, sembra un personaggio del teatro dell’assurdo! È incommentabile. Inoltre è un personaggio molto aggressivo. Credo che Padre Livio abbia bisogno di un grande aiuto.”

Sai che stanno preparando una interrogazione parlamentare sulla stregoneria proprio ad effetto di quello che tu fai, secondo loro, nei tuoi laboratori didattici? L’Italia si ritroverà ad essere la prima nazione a dibattere sulla “stregoneria”… cosa ne pensi?

“Io ho avuto incursioni di Assessori Leghisti per i miei laboratori… sai quando ci raccontavano i fatti del passato di quelli con gli stivali neri, i fascisti, che entravano nelle scuole a controllare? Ecco, volevano sincerarsi con i Dirigenti sulla necessità dei mie laboratori.  La maggior parte dei dirigenti sa quello che faccio e sanno anche che molte delle mie attività sono connesse anche a scrittori importanti (Calvino, Basile [ndr]) e mi hanno difeso a spada tratta. Stanno mistificando il tutto. Spero che tutti se ne rendano conto!”

Tu cosa diresti ora al Senator Pillon se avessi la possibilità di parlarci?

“Lo ringrazierei tantissimo. Nonostante abbia sofferto molto per questa storia, mi ha dato la possibilità di conoscere molte persone e mi ha reso consapevole che in Italia ci sono persone dotate di senso critico e che sono capaci di fare rete. Io curo molto il risentimento e faccio in modo che io non provi risentimento!”

Ramona cosa pensi sia utile fare a scuola?

“La scuola di oggi ha più che mai bisogno di attività che promuovano l’intercultura e la mondialità. Su questo c’è molto, moltissimo da fare. ”

Di origine Abruzzese, ma ramingo come un nomade.

Di molteplici interessi ogni sabato su Bl Magazine con la rubrica BL LIBRI.

, , , , , , , ,