Connettiti con noi

Mondo

Kenya: Unicef denuncia il baratto di bambine date in sposa in cambio di bestiame

Abbiamo appreso dal dirigente di Unicef Kenya Jackson Onyando , intervistato dal quotidiano keniota The Standard, l’allarmante situazione delle bimbe nel Nord del paese africano: vengono barattate in cambio di bestiame a causa dell’estrema siccità che sta vivendo l’intera zona dell’Africa Orientale. Crisi di cui vi abbiamo già parlato (clicca qui per leggere)


L’emergenza alimentare, frutto della devastante siccità che ha colpito il Kenya, particolarmente nel nord del paese, ricade doppiamente sulle donne: Unicef Kenya segnala l’aumento delle pratiche di mutilazione genitale femminile (Fgm), anche a causa dell’esigenza delle famiglie di combinare matrimoni per le figlie.


    Cammelli, bovini ed ovini stanno morendo e i genitori nella Contea di Marsabit non vedono altra soluzione.

Alcune ragazze vengono date in sposa per ricostituire le scorte di famiglia che sono state spazzate via dalla siccità“, spiega il dirigente di Unicef Kenya Jackson Onyando, come riporta il quotidiano The Standard.
    Jeremy Ledaany, dirigente del settore Turismo, Cultura, Genere e Servizi sociali di Marsabit, afferma che gli effetti negativi della siccità hanno interrotto anche il programma di alimentazione scolastica e limitato le frequenze.
    “Attualmente le famiglie sono vulnerabili, non possono permettersi il cibo e le tasse scolastiche per i loro figli gli stessi figli che possono invece facilmente scambiare con la dote matrimoniale“.

Di origine Abruzzese, ma ramingo come un nomade. Di molteplici interessi ogni sabato su Bl Magazine con la rubrica BL LIBRI.

Mostra i commenti

Articoli simili

Il lavoratore omofobo deve essere licenziato.

Human Rights

Nel Wyoming l’aborto farmacologico è ora un crimine.

Desdemona

OROSCOPERÒ – MARE FUORI EDITION –

Sociality

Afghanistan: 3 milioni di bambine non andranno a scuola

Mondo

Scopri i nostri social
×