fbpx
Supporta BL Magazine con un 1€
Dona ora

Connettiti con noi
LA TIGRE BIANCA film netflix

Spettacolo

LA TIGRE BIANCA _ Il prezzo da pagare per un dannato lieto fine (recensione)

LA TIGRE BIANCA del titolo rappresenta l’eccezione alla regola. Quel “Uno su mille ce la fa”. Così dicono, così ci insegnano a sperare. Eppure la scalata verso il successo può essere costellata di crimini e colpi bassi, di crudeltà e di … sangue. Un film che seduce e repelle allo stesso modo.


India. Balran nasce in un piccolo villaggio e perde il padre in tenera età. Costretto a lavorare fin da ragazzino egli affinerà la sua furbizia tanto da ottenere un impiego dal figlio del ricco imprenditore che gestisce il suo villaggio. Nel tempo Balran capirà di come la sua condizione di servo sia impossibile da cambiare e anche quando penserà di aver raggiunto un rapporto di fiducia e di stima coi suoi padroni un tragico evento riporterà l’ordine delle cose.

Nel 2009 THE MILLIONAIRE di Danny Boyle si aggiudicava ben 8 premi Oscar. La storia non era così diversa da quella narrata da questo LA TIGRE BIANCA. Lì pure si guardava alla vita di un povero ragazzo cresciuto e destinato a essere servo e della sua scalata al successo. Però lì la fortuna e un gusto tipicamente americano rendevano il sogno più piacevole e appetibile di questo Qui non vi è spazio per i sogni ad occhi aperti. Semmai pare destarsi da un incubo.

Il film si apre su di una spericolata corsa in auto. Al volante vediamo una donna e il suo uomo, visibilmente ubriachi. Sul sedile posteriore Balran. Poi sulla strada compare una piccola figura: un bambino o forse una bambina. L’auto è a una velocità sostenuta. Balran sgrana gli occhi e cerca di avvisare del pericolo e…
Fermo immagine. La voce fuori campo del nostro protagonista ci informa che forse è meglio raccontare le cose dal principio.

Ci viene raccontata quindi la storia di questo ragazzo qualunque che aveva un sogno più grande di lui. E che fin da piccolo era stato convinto dal padre di essere una tigre bianca. Una rarità. Un miracolo. Balran crederà fortemente in questo al punto da accettare ogni cosa e arriverà a fare ogni cosa pur di affermare il suo esser speciale e destinato a qualcosa di più grande che passare la vita a servire i ricchi.

Se i toni sono quelli della commedia nera condita da uno humor amaro e tagliente, a metà film, il tragico incidente sprofonderà la pellicola nel dramma.

LA TIGRE BIANCA, disponibile su Netflix, ha ottenuto una nomination agli oscar 2021 per la Migliori Sceneggiatura Non Originale di Ramin Bahrani.

Balran può riscattarsi dalla sua condizione se non attraverso l’astuzia e l’illegalità. Non vi è spazio per i sentimentalismi e sperare che la fortuna arrivi tramite un quiz televisivo è da poveri stolti.

Adattamento di un romanzo di grande successo e vincitore del prestigioso Booker Prize nel 2008, LA TIGRE BIANCA di Ramin Bahrani, è una discesa negli inferi dell’animo umano. Un’analisi cruda, ma onesta, sulla divisione invisibile ma inesorabile che ancora vige tra classi sociali in una terra, l’India, fatta di contraddizioni e iniquità.


E se il protagonista può apparirci a tratti sgradevole, quasi viscido, non possiamo non patteggiare per la sua causa, modificando e rendendo ambiguo anche il nostro stesso punto di vista. E tu, cosa sei disposto a fare per perseguire i tuoi sogni? Qual è il prezzo della libertà?

LA TIGRE BIANCA _ Il prezzo da pagare per un dannato lieto fine (recensione)
6.8 Recensione
Regia
Sceneggiatura
Cast e Recitazione
Fotografia
Montaggio

Scritto da

Ossessionato dal trovare delle costanti nelle incostanze degli intenti di noi esseri umani, quando non mi trovo a contemplare le stelle, mi piace perdermi dentro a un film o a una canzone.

Mostra i commenti

Articoli simili

IO POSSO di Pif e Marco Lillo (Feltrinelli) | Recensione

Storie e Culture

Alexandria Ocasio-Cortez ha scritto un emendamento per promuovere la ricerca sui benefici dell’MDMA e droghe psichedeliche.

Dr. Rainbow

J.K. Rowling denuncia di aver ricevuto minacce di stupro e “assassinio” da attivisti trans.

Mondo

AMY – The Girl Behind The Name (2015)

Spettacolo

Scopri i nostri social
×