fbpx
Connettiti con noi
angelo del male (brightburn)

Spettacolo

L’ANGELO DEL MALE – Non tutti i supereroi sono venuti a salvarci

“L’ANGELO DEL MALE – Brightburn” è un film che miscela elementi del cinema fantasy con la classica storia di formazione, ma la struttura e le finalità abbracciano il genere horror. Succulento.


Brightburn, Kansas.
Tori e Kyle Breyer hanno da sempre desiderato un bambino.
Questo sogno arriva una notte, dal cielo.
Molti anni più tardi il giovane Brandon inizia ad essere attirato da qualcosa che è nascosto nel fienile vicino alla sua casa.
In contemporanea egli inizia a prender coscienza di aver poteri sovrumani.
Tra le perplessità dei genitori e l’avversione da parte dei suoi compagni di classe, Brandon presto farà uso di quei poteri per sfogare la sua rabbia.

In un certo senso potremmo dire che questo film è una versione distorta e perversa di uno dei più celebri e amati supereroi dei fumetti: Superman.

L'Angelo del male il film
Elizabeth Banks in una scena de L’ANGELO DEL MALE – Brightburn

Il piccolo Brandon viene cresciuto con amore dai suoi genitori, ma tenuto all’oscuro delle sue vere origini, quando verrà a conoscenza della verità egli si rivolterà contro tutto e tutti, perseguitato da una voce nella testa che gli dice che è destinato a conquistare il mondo intero.


David Yarovesky ha il merito di dirigere un film che, sebbene lineare e prevedibile nella sua drammaticità, non è quasi mai banale e costruisce ottime scene cariche di una tensione palpabile.

Alla storia del piccolo Brandon (un bravo e inquietante Jackson A. Dunne) dell’accettazione del suo vero Io, si contrappone quella della coppia di genitori e della loro difficoltà nel venire a patti con una realtà che diventa sempre più pericolosa.
In tal senso sono più che convincenti le interpretazioni di un mastodontico David Denman e della bella e brava Elizabeth Banks (che i più ricorderanno nella quadrilogia di HUNGER GAMES).

l'angelo del male (Brightburn) il film
L’inquietante presenza mascherata de L’ANGELO DEL MALE

Ed è a questo nucleo familiare in rotta di collisione che si deve la nota più interessante in una storia che, come già detto, non si scosta dai soliti cliché del genere e non presenta alcuna direzione inaspettata.

Eppure il film (ibrido tra Superman e Omen-Il Presagio) è ben costruito e non presenta alcun calo di tensione.
E se i titoli di coda potrebbero far pensare a un possibile sequel o a una sorta di universo parallelo in cui a farla da padroni saranno i villain, è ancora presto per determinarne il successo.

il trailer de L’ANGELO DEL MALE

L’ANGELO DEL MALE (costato 6 milioni di dollari) nelle prime settimane di programmazione ne ha guadagnato una quindicina. Che il cinema, saturo di eroi ed eroine, trovi spazio anche per il Male?

Avatar
Scritto da

Ossessionato dal trovare delle costanti nelle incostanze degli intenti di noi esseri umani, quando non mi trovo a contemplare le stelle, mi piace perdermi dentro a un film o a una canzone.

Commenta

Ti potrebbe anche interessare...

HOLE – L’Abisso e l’inconoscibilità dell’altro

Spettacolo

JOKER con Joaquin Phoenix JOKER con Joaquin Phoenix

JOKER – Ridere della Violenza. Morire della Vita. (recensione)

Spettacolo

IT capitolo 2 di Andy Muschietti IT capitolo 2 di Andy Muschietti

IT Capitolo 2 – La fine di un incubo che potevamo solo sognare

Spettacolo

MIDSOMMAR di Ari Aster MIDSOMMAR di Ari Aster

MIDSOMMAR – Questo Orrore Ci Salverà (recensione)

Spettacolo

PET SEMATARY – I morti si risvegliano, ma gli spettatori dormono

Spettacolo

LA LLORONA - Le lacrime del male LA LLORONA - Le lacrime del male

La Llorona – Le lacrime del male

Spettacolo

NOI di Jordan Peele NOI di Jordan Peele

NOI e i mostri che non vogliamo vedere allo specchio (recensione)

Spettacolo

Brie Larson è CAPTAIN MARVEL Brie Larson è CAPTAIN MARVEL

CAPTAIN MARVEL – Abbiamo la nostra nuova eroina!

Spettacolo

Scopri i nostri social
Iscriviti alla newsletter

Ricevi prima di tutti i tuoi articoli

Supporta BL Magazine con un 1€
Dona ora