fbpx
Supporta BL Magazine con un 1€
Dona ora

Connettiti con noi
morto filippo

News

Lutto nel Regno Unito: è morto il Principe Filippo

Il Principe Filippo Mountbatten, duca di Edimburgo, consorte della Regina Elisabetta II, si è spento questa mattina all’età di 99 anni. Avrebbe compiuto cento anni nel mese di giugno.


La notizia della morte è stata annunciata pochi minuti fa dall’account twitter ufficiale della Royal Family. Il principe consorte è mancato nel castello di Windsor, dove è morta anche sua madre, Alice di Battenberg nel 1969.

Poche settimane fa, il Principe Filippo era stato ricoverato all’ospedale King Edward VII Hospital di Londra per complicazioni cardiache.

È con grande dispiacere che sua Maestà la Regina ha annunciato la morte dell’amato marito, sua altezza reale il  principe Filippo, duca di Edimburgo. È deceduto questa mattina al castello di Windsor” dice il tweet.

Ricordiamo il duca per il suo continuo sostegno alla sovrana, non solo come Regina, ma come marito“, così il primo ministro inglese Boris Johnson, in una dichiarazione rilasciata poco fa al num. 10 di Downing Street, ha ricordato il Duca di Edimburgo. “È a sua maestà e alla sua famiglia che i nostri pensieri si ricolgono oggi – ha aggiunto – oggi piangiamo con sua maestà e le nostre condoglianze vanno a lei e alla sua famiglia, che ringraziamo come nazione e regno“.

La giovinezza del principe consorte

Il “sovrano senza corona“, così era definito da alcuni, per etichetta è sempre rimasto un passo indietro rispetto a sua moglie Elisabetta II, ma non per questo ha rinunciato a mostrare, in più occasioni, una personalità ambiziosa.

Figlio di Alice di Battenberg e Andrea di Grecia, nato a Corfù il 10 giugno 1921, era senz’altro uno dei membri più famosi della royal family britannica. Nato Principe di Grecia, nipote di Re Costantino, nel 1922 assiste all’abdicazione dello zio dopo la sconfitta nella Guerra greco-turca e al suo arresto.

A fine anno il tribunale militare costituitosi decide di bandire il Principe Andrea (padre di Filippo) per sempre dal suolo greco. La famiglia lascia quindi la Grecia, e lo stesso Filippo viene trasportato in una cassetta di arance. Scappano in Francia, nel sobborgo parigino di Saint-Cloud, dove il piccolo Filippo cresce.


Sotto la guida dello zio, il Principe Luigi Mountbatten dei Mountbatten di Burma, nel 1928 Filippo viene mandato nel Regno Unito per frequentare la Cheam School. Nei successivi tre anni, tutte le sue quattro sorelle sposano nobili tedeschi, e sua madre Alice viene posta in una casa di cura in seguito all’approssimarsi di schizofrenia, malattia che la allontanerà dal figlio per molto tempo.

Con l’avvento del nazismo Filippo si trasferisce in Scozia, e nel 1939 si arruola nella Royal Navy, dove si diploma l’anno successivo come miglior cadetto del suo corso. Mentre la carriera militare si fa sempre più brillante per risultati ed esperienze in giro per il mondo, Filippo viene assegnato alla scorta della Principessa Elisabetta d’Inghilterra, figlia del monarca regnante Giorgio VI. Tra i due, che sono cugini di III grado (discendono entrambi dalla Regina Vittoria), inizia un sempre più intenso scambio di lettere e si innamorano.

Il fidanzamento e il matrimonio con Elisabetta, erede al trono del Regno Unito

Nell’estate del 1946 il Principe Filippo chiede al Re d’Inghilterra la mano della figlia, ottenendola. Filippo ed Elisabetta si fidanzano nel giorno del ventunesimo compleanno della principessa, il 19 aprile suggessivo. Lo zio Luigi di Mountbatten impone a Filippo di rinunciare ai suoi titoli reali greci e danesi, nonché alle sue pretese sul trono greco, oltre a convertirsi dalla religione ortodossa a quella anglicana inglese; viene inoltre naturalizzato inglese in quanto discendente di Sofia di Hannover (la quale aveva dato precise disposizioni in materia di naturalizzazione dei cittadini nel 1705).

La sua naturalizzazione avviene con il titolo di Lord Mountbatten il 18 marzo 1947, quando Filippo adotta il cognome di Mountbatten che gli perviene dalla famiglia della madre.


Filippo ed Elisabetta II si uniscono in matrimonio presso l’Abbazia di Westminster il 20 novembre 1947: alla cerimonia, registrata e trasmessa dalla BBC, in periodo post-bellico non sono invitati i parenti tedeschi del duca, incluse le tre sorelle sopravvissute del Principe. Presa residenza a Clarence House, i loro primi due figli sono Carlo ed Anna. Filippo prosegue la carriera navale, anche se il ruolo della moglie finisce per surclassare la sua figura.

principe filippo matrimonio

Il 6 febbraio 1952, durante un tour nel Commonwealth, mentre la coppia si trova in Kenya Giorgio VI muore, ed Elisabetta viene subito chiamata a succedergli al trono.

Il cognome e la causa ambientale

L’ascesa di Elisabetta al trono porta a galla la questione del nome da affidare alla casata regnante del Regno Unito: Elisabetta avrebbe dovuto come da tradizione ottenere il cognome del marito con l’atto di matrimonio, ma la Regina Maria di Teck, nonna paterna di Elisabetta, fa sapere attraverso il primo ministro Winston Churchill che la casata regnante manterrà il nome di Windsor. Come consorte della Regina, a Filippo viene richiesto di continuare a supportare la moglie nei suoi obblighi di Sovrano, accompagnandola alle cerimonie, alle cene di Stato e nei viaggi all’estero ed in patria; per dedicarsi interamente a tale ruolo, Filippo rinuncia alla propria carriera navale. Nel 1957 la Regina lo nomina Principe del Regno Unito, ruolo che di fatto ricopre già da dieci anni.

Nei 73 anni di matrimonio, il Principe Filippo si è dedicato alla causa ambientale diventando patrono di un numero altissimo di organizzazioni su questo tema. Nel 1961 diventa presidente per il Regno Unito del WWF; Presidente Internazionale sempre del WWF dal 1986 e Presidente emerito dal 1996, nel 2008 sono quasi 800 le organizzazioni con cui collabora.

Questi tutti i titoli collezionati da Filippo nella sua vita da Sua Altezza Reale il Principe Filippo: Duca di Edimburgo, Conte di Merioneth, Barone Greenwich, Cavaliere Reale del Nobilissimo Ordine della Giarrettiera, Cavaliere dell’Antichissimo e Nobilissimo Ordine del Cardo, Gran Maestro e Primo e Principale Cavaliere di Gran Croce dell’Eccellentissimo Ordine dell’Impero Britannico, Membro dell’Ordine al Merito, Compagno dell’Ordine d’Australia, Membro Addizionale dell’Ordine della Nuova Zelanda, Compagno dell’Ordine di Servizio della Regina, Commendatore dell’Ordine di Logohu, Decorazione delle Forze Canadesi, Signore del Nobilissimo Consiglio Privato di Sua Maestà, Consigliere Privato del Consiglio Privato della Regina per il Canada, Personale Aiutante di Campo di Sua Maestà, Lord Grande Ammiraglio del Regno Unito.

Scritto da

Sono nato in Puglia, dove sono cresciuto a orecchiette, giornalini e romanzi d'appendice. Sono ebbro di vino, virtù e poesia. Oggi mi divido tra la città natale e la città Eterna. Nella vita mi collaboro con le case editrici come revisore di testi ed editor. Su BL Magazine coordino la linea editoriale e mi occupo di raccontare come vengono trattati i diritti umani e diritti lgbt+ nel mondo... e qualche volta mi distraggo scrivendo di tv e spettacolo!

Mostra i commenti

Articoli simili

Beppe Grillo è il figlio “sano” della cultura dello stupro.

Desdemona

Regole su spostamenti e novità incluse nel Decreto Riaperture.

Legalità

Fedez al Primo Maggio: cosa ha fatto tremare realmente i vertici RAI ?

Spettacolo

cho aniki playstation cho aniki playstation

Cho Aniki: l’apoteosi dell’omosessualità videoludica

Sociality

Scopri i nostri social
×