fbpx
Connettiti con noi

Sociality

MUKBANG la nuova moda della Corea del Sud

Quando mi è stato proposto di scrivere sul Mukbang ,devo essere sincera, non sapevo assolutamente di cosa si stesse parlando. Poi mi sono documentata e dopo aver cercato ho capito.
Si tratta di quella moda nata nella Corea del Sud che ha come soggetto il cibo, nello specifico  mangiare online.


Questi ragazzi infatti si filmano mentre mangiano e sono in streaming sul web. A quanto pare la cosa riscuote molto successo e le visualizzazioni sono a centinaia di milioni. Per poter commentare e analizzare la cosa a tutto tondo, mi sono vista molti video a riguardo e non vi nego che sono rimasta un po’ disgustata.

Partendo dal presupposto che a me non piace sentire masticare le persone e nello specifico il rumore del biascichino, loro biascicano. Quindi  direi che non è proprio una cosa che fa per me e immaginatevi la mia sofferenza. Inoltre resto completamente impassibile davanti a tale esibizione.

Ma alcuni studi effettuati sostengono che ci sia un forte legame tra cibo e sesso. Infatti la bocca è lo strumento che li unisce. Tutti i sensi dell’essere umano sono stimolati quando a contatto con un altro corpo, così come quando sono in contatto col cibo. Infatti si mangia con l’olfatto, col tatto, col gusto, con l’udito e con la vista .

Quando amiamo una persona la respiriamo, la tocchiamo, la guardiamo, la ascoltiamo e infine attraverso il bacio la assaggiamo. I sensi corrispondono tutti e sono tutti stimolati in egual maniera. Ecco perché quando usciamo a cena con qualcuno si creano le prime alchimie, perché tutti i nostri sensi sono stimolati dal piacere del cibo e dal piacere della compagnia. Un momento gastronomico e un appuntamento amoroso stimolano a tutto tondo la nostra sfera emotiva e sensoriale creando momenti di benessere.

Che forse sia per questo che i video delle persone che mangiano abbiano riscosso così tanto successo?

La parola muk-ja, che significa mangiare, e bang-song, che vuol dire broadcasting in coreano unisce “mangiare” e “broadcast” e infatti sono una serie di video con la stessa inquadratura che prevede un piatto e una persona che mangia.

La cosa che mi ha fatto sorridere è che i coreani hanno inventato questa pratica perché convinti che mangiare sia un una attività sociale di connessione con gli altri. Noi italiani siamo i re della convivialità.

Fin dall’ antichità, dai convivi romani per esempio, il mangiare insieme era un’ usanza sociale, un’ occasione per parlare e sostenere conversazioni in mezzo a sapori e profumi. Per la nostra cultura, ancora oggi, il cibo è chiacchiera, è compagnia, è relax. È tempo trascorso con amici, coccolando anche il palato. Condividere la tavola con determinate persone è anche volersi aprire, concedersi e entrare in contatto con quella persona, giocare con gli sguardi, assaporare gusti comuni e sperimentarne nuovi. Un momento di intimità pubblico.

Mi fa piacere che anche i coreani si siano accorti di questo aspetto e abbiano voluto dargli importanza e valorizzarlo. Il problema è che lo hanno capito nel modo sbagliato, o per meglio dire “a modo loro“. Infatti una volta capito questo concetto non è che hanno organizzato cene, hanno creato un canale sul web dove mangiano. Strano vero?

Sopratutto perché le persone per vederne altre mangiare, senza mangiare a loro volta, pagano pure! Una delle più famose è Park Seo -Yeon che ha addirittura abbandonato la sua professione per potersi dedicare completamente al mukbang. Pare che questa attività sia anche particolarmente redditizia.
Avrò sbagliato qualcosa nella mia vita?!

Su YouTube si trovano innumerevoli video ma solo pochi sono veramente originali. Anche in Italia qualcuno ha provato a replicare e ha provato questa forma di guadagno, fortunatamente credo che le persone lo abbiano visto solo per curiosità e non per altro. Credo che come attività sia lontana dalla nostra mentalità.


Credo che la loro originalità risieda nel fatto che sembrano dei cartoni animati. Nei video spesso si vedono queste ragazze mingherline e graciline (maledette, non potevo nascere coreana anche io?) mangiarsi piatti giganteschi, con dentro le cose più impensabili a volte piccanti regalando espressioni spassosissime.
In fondo sono caratterizzati da questo modo di trasformare tutto come fosse un videogame, forse perché loro stessi sembrano un videogame. E così fra video, follower e granseole ecco la nuova frontiera della socialità. Un uomo solo davanti ad uno schermo che invece di uscire e interagire, si mette da solo davanti ad una webcam e mangia. Che amarezza.

Comunque per i più curiosi ecco di cosa abbiamo parlato. Buona visione e… buon appetito!

Carlotta Cigliana
Scritto da

Non mi descrivo mai perché non sono gentile con me stessa

Commenta

Ti potrebbe anche interessare...

memorie di un assassino di Bong Joon-ho memorie di un assassino di Bong Joon-ho

MEMORIE DI UN ASSASSINO _ Siamo Tutti Colpevoli! (recensione)

Spettacolo

byun jin-soo byun jin-soo

Sud Corea: cambia sesso durante il servizio militare, espulsa soldata transgender

Human Rights

Scopri i nostri social
Supporta BL Magazine con un 1€
Dona ora