fbpx
Supporta BL Magazine con un 1€
Dona ora

Connettiti con noi
My Octopus Teacher NETFLIX

Spettacolo

MY OCTOPUS TEACHER _ e la romanticizzazione della natura (recensione)

MY OCTOPUS TEACHER è un documentario presente sulla piattaforma Netflix.
Tradotto banalmente col titolo IL MIO AMICO IN FONDO AL MARE, il prodotto guarda all’uomo e al suo avvicinarsi a una creatura dei mari tanto comune quanto misteriosa: un polpo.


Il filmaker naturalista Craig Foster resta prima incuriosito e poi affascinato da un polpo e dal suo vivere e sopravvivere tra le mille insidie delle profondità marine. E inaspettatamente nasce tra loro un’amicizia...

Candidato agli oscar 2021 nella sezione Miglior Documentario, questo MY OCTOPUS TEACHER è un prodotto che nella sua verità affascina e ammalia. Convince meno la presenza (spesso ingombrante, in termini filmici, di voce narrante) dell’uomo, del romantico e fatalista Craig Foster.

L’uomo si appassiona della vita di questo “alieno dei mari” e inizia a filmarlo quasi ossessivamente per giorni e mesi, lungo tutto l’arco vitale di questo mollusco cefalopode. Se dapprincipio è portato a spaventare l’animale, via via ne rispetta l’istinto e il suo habitat così da guadagnarsi la sua fiducia.

Sono meravigliose le immagini che vedono l’avvicinarsi di due creature così diverse e a mio parere il commento narrativo è superfluo e talvolta fuorviante. Craig tende a romanticizzare più del dovuto quanto accade, trovando una sorta di parallelismo tra la sua vita di uomo, di padre, di marito (la famiglia di lui è un elemento praticamente assente per quasi tutta la durata del documentario) e quella del polpo.

Una delle sequenze più affascinanti tratta dal documentario Netiflix, MY OCTOPUS TEACHER in cui il polpo, per sfuggire a un predatore, si nasconde “travestendosi” di conchiglie e pietre e detriti.

Ci sarà un evento tragico (l’attacco di un piccolo squalo) che porterà poi Craig a ricercare in maniera quasi compulsiva l’animale ferito e a seguirlo maggiormente nel suo vivere le profondità dell’oceano.

Un documentario che starebbe perfettamente nel catalogo Disney per questa ondata di sentimenti e sentimentalismi ad un certo punto stucchevoli.
MY OCTOPUS TEACHER ha il suo potere nella forza delle immagini e nel suo insegnarci a convivere con una natura che ha leggi diverse dalle nostre, ma certo non meno importanti. E in questo senso il film si lascia vedere con piacere nel rispetto di tutte le creature che convivono sul nostro pianeta terra.

Ma fosse per me leverei il sonoro e i sottotitoli. Peccato perché l’accompagnamento musicale scelto per il documentario è altrettanto piacevole e aggiunge dramma o comicità al girato. Ma i patemi del narratore e le sue riflessioni sono quasi insopportabili. Peccato.


MY OCTOPUS TEACHER _ e la romanticizzazione della natura (recensione)
6.8 Recensione
Regia
Sceneggiatura
Cast e Recitazione
Fotografia
Montaggio

Scritto da

Ossessionato dal trovare delle costanti nelle incostanze degli intenti di noi esseri umani, quando non mi trovo a contemplare le stelle, mi piace perdermi dentro a un film o a una canzone.

Mostra i commenti

Articoli simili

luchino visconti francesco hayez luchino visconti francesco hayez

L’Arte omaggiata dal Cinema: quadri (e non solo) sul grande schermo

Storie e Culture

#Le5 affermazioni che non avremmo mai voluto sentire dai NO VAX e NO GREENPASS

Sociality

In Abruzzo un DDL per garantire la sepoltura dei bambini mai nati: basta!

Desdemona

Portici di Bologna: da oggi Patrimonio dell’Umanità UNESCO

News

Scopri i nostri social
×