fbpx
Connettiti con noi

Spettacolo

Nastri d’Argento 2018, DOGMAN di Garrone vince su tutti

Meritatamente il film “DOGMAN” di Matteo Garrone, ispirato a un fatto di cronaca nera, vince ben otto premi alla cerimonia del Nastri d’Argento 2018 tenutasi a Taormina ieri, 30 Giugno 2018.


Non era così scontata una vittoria di tale portata, considerato che l’opera cupa di Garrone doveva scontrarsi con titoli e registi importanti come “LORO” di Sorrentino e “CHIAMAMI COL TUO NOME” di Guadagnino.

Eppure “DOGMAN” si è portato a casa alcuni dei premi più ambiti: Miglior Film, Miglior Regia, Miglior Scenografia, Montaggio (ex aequo con “CHIAMAMI COL TUO NOME“), Sonoro, Casting Director, Produzione e Miglior Attore Protagonista.
Quest’ultimo premio è stato consegnato a sorpresa sia a Marcello Fonte (già vincitore a Cannes per questo ruolo) che a Edoardo Pesce.

Ovviamente l’opera di Paolo SorrentinoLORO” ha avuto i suoi momenti di gloria, aggiudicandosi 4 vittorie: Miglior Sceneggiatura, Miglior attrice protagonista (Elena Sofia Ricci), un immeritato Miglior attore non protagonista (Riccardo Scamarcio) e la miglior attrice non protagonista (Kasia Smutniak).

A seguire è la commedia di Riccardo Milani “COME UN GATTO IN TANGENZIALE” a raccogliere maggiori consensi: Miglior Commedia, Miglior attore (Antonio Albanese), Miglior attrice (Paola Cortellesi).

Com’era già successo ai David di Donatello, la “NAPOLI VELATA” di Ozpetek si deve accontentare di un solo premio, quello per la Migliore fotografia.
Nastro d’Argento per la migliore colonna sonora e la migliore canzone originale vanno invece al film “AMMORE E MALAVITA”.

E se soprende un po’ il premio come miglior soggetto a “MADE IN ITALY” di Luciano Ligabue, più che meritati sono i Nastri Speciali andati a Paolo e Vittorio Taviani per la regia di “UNA QUESTIONE PRIVATA” e quello consegnato al cast di “A CASA TUTTI BENE” di Muccino.

A brillare poi ecco Claudia Gerini che, per la sua partecipazione ai film “A CASA TUTTI BENE” e “AMMORE E MALAVITA” , si porta a casa il premio Nino Manfredi.


Nastro d’argento alla carriera per un emozionato Gigi Proietti e un premio speciale viene consegnato anche al film di animazione “GATTA CENERENTOLAper la qualità, l’innovazione e il coraggio produttivo.

Scritto da

Ossessionato dal trovare delle costanti nelle incostanze degli intenti di noi esseri umani, quando non mi trovo a contemplare le stelle, mi piace perdermi dentro a un film o a una canzone.

Mostra i commenti

Articoli simili

ETERNAL SUNSHINE OF THE SPOTLESS MIND (2004)

Spettacolo

PERSONA _ L’illusione dell’Essere (recensione)

Spettacolo

BORDER creature di confine BORDER creature di confine

BORDER – I Confini dell’Identità (recensione)

Spettacolo

AMY – The Girl Behind The Name (2015)

Spettacolo

Scopri i nostri social
×