fbpx
Connettiti con noi
ONU OLOCAUSTO

Human Rights

L’Olocausto e il Programma di sensibilizzazione delle Nazioni Unite

Sarebbe un errore pericoloso pensare all’Olocausto semplicemente come il risultato della follia di un gruppo di criminali nazisti. Al contrario, l’Olocausto è stato il culmine di millenni di odio, capro espiatorio e discriminazione contro gli ebrei, ciò che noi ora chiamiamo antisemitismo“.

Antonio Guerres- Segretario Generale delle Nazioni Unite


Rifiutando qualsiasi negazione dell’Olocausto come evento storico, in tutto o in parte, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha adottato una risoluzione (A / RES / 60/7) per consensus che condanna “senza riserve” tutte le manifestazioni di intolleranza religiosa, incitamento, molestia o violenza contro persone o comunità basata sull’origine etnica o sul credo religioso, ogni volta che si verifica.

La risoluzione dichiarava che le Nazioni Unite avrebbero designato il 27 gennaio – l’anniversario della liberazione del campo di sterminio di Auschwitz – come Giornata internazionale annuale di commemorazione in memoria delle vittime dell’Olocausto e sollecitava gli Stati membri a sviluppare programmi educativi per instillare il ricordo della tragedia nelle generazioni future per evitare che il genocidio si ripeta.

Si è richiesto al Segretario generale delle Nazioni Unite di stabilire un programma di sensibilizzazione sull’ “Olocausto e le Nazioni Unite”, nonché di istituire misure per mobilitare la società civile per la memoria e l’educazione dell’Olocausto, al fine di aiutare a prevenire futuri atti di genocidio.

Nel 2007, l’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha adottato la risoluzione 61/255 che condanna anche qualsiasi negazione dell’Olocausto ed esorta tutti gli Stati membri a respingere senza riserve qualsiasi negazione dell’Olocausto.

L’Olocausto è stato un punto di svolta nella storia, che ha spinto il mondo
a dire “mai più”. Il significato della risoluzione A / RES / 60/7 è che richiede un ricordo dei crimini passati con l’obiettivo di prevenirli in futuro

Background sull’Olocausto e le Nazioni Unite – il Programma di sensibilizzazione

Il Programma di sensibilizzazione è stato creato su richiesta dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite nella sua risoluzione 60/7, adottata il 1 novembre 2005. Il Dipartimento per la pubblica informazione delle Nazioni Unite (UN DPI) ha assunto la guida nella creazione di un’ampia iniziativa, volta a incoraggiare lo sviluppo da parte degli Stati membri delle Nazioni Unite di programmi di studio sul tema dell’Olocausto e mobilitare la società civile per l’educazione e la consapevolezza.

La risoluzione “Memoria dell’Olocausto“, che designa anche il 27 gennaio
come Giornata internazionale annuale di commemorazione in memoria delle vittime dell’Olocausto, prevede anche cerimonie e attività presso la sede delle Nazioni Unite a New York e negli uffici delle Nazioni Unite in tutto il mondo. La cerimonia del 2006 nella Sala dell’Assemblea Generale ha richiamato oltre 2200 persone ed è stata vista da innumerevoli altri in tutto il mondo tramite webcast e trasmissione televisiva in diretta


Ricordando la Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, l’Assemblea
generale delle Nazioni Unite riafferma che “l’Olocausto, che ha provocato l’omicidio di un terzo del popolo ebraico insieme a innumerevoli membri di altre minoranze, sarà per sempre un monito per tutte le persone del pericoli di odio, fanatismo, razzismo e pregiudizio“.

La risoluzione 60/7, inoltre, respinge qualsiasi negazione dell’Olocausto
come evento storico,
in tutto o in parte, ed elogia quegli stati che si sono
attivamente impegnati nella conservazione dei siti che servivano come
campi di sterminio nazisti
, campi di concentramento, lavoro forzato, campi e prigioni durante l’Olocausto.

Il Dipartimento della Pubblica Informazione delle Nazioni Unite ha intrapreso una serie di attività, inclusi eventi speciali, proiezioni di film, documenti di discussione di eminenti accademici, materiale informativo, partnership con organizzazioni intergovernative e altre iniziative, per incoraggiare la consapevolezza e ricordare al mondo la minaccia rappresentata a tutti noi quando è consentito il genocidio e i crimini contro
l’umanità.

Programme of outreach on the “Holocaust and the United
Nations
Link, Risoluzione A/RES/60/7,


https://www.un.org/en/holocaustremembrance/backgrounder.shtml

Scritto da

Mostra i commenti

Articoli simili

Giorno della memoria e Porrajmos, l’olocausto rom: un’intervista a Gennaro Spinelli

Storie e Culture

disabili nazismo disabili nazismo

Giornata della Memoria: il silenzio dello sterminio dei disabili

Storie e Culture

Josef Mengele, l’ “angelo della morte” di Auschwitz

Dr. Rainbow

SENZA DESTINO (2005) film sull'Olocausto SENZA DESTINO (2005) film sull'Olocausto

CINEMA E OLOCAUSTO _ Una cinepresa accesa sugli orrori del passato

Spettacolo

Scopri i nostri social
×