Questa settimana abbiamo l’onere e l’onore di ospitare nella rubrica BL LIBRI una delle conduttrici più nazional popolari della tv italiana: Antonella Clerici con il suo nuovo libro: “Pane, Amore e Felicità” edito da RaiLibri.

Antonella Clerici

Abbiamo incontrato la regina del palinsesto Rai a Milano, e con nostra grande soddisfazione vi raccontiamo la genesi di questo suo nuovo libro che raccoglie ricette, battute e storie dei diciotto anni di conduzione di uno dei programmi più longevi e visti della televisione Italiana: La Prova del Cuoco.

Antonella si presenta in perfetto orario, elegantissima e con un sorriso contagioso, di quelli che ti fanno piacere ancora di più questo lavoro.

Una donna entusiasta di vivere e gioiosa di quello che fa.

L’incontro con Antonella Clerici

La Clerici spiega perché ha pubblicato questo libro.

Mi sembrava necessario raccontare quello che ho fatto per diciotto anni. Era più che un lavoro: era una casa, una grande famiglia“. Avevo necessità di raccontare” La Prova del Cuoco”. In realtà, nel ’99, quando proposi alla Rai un programma di cucina, mi presero per matta. Comunque riuscii a trovare un piccolo spazio registrato prima del TG.

Guardandoci indietro è indubbio che la Clerici sia stata non solo pioniera di questo tipo di “FOOD TV” ma ha anche il primato di aver proposto al pubblico un programma che trattasse di alimentazione sostenibile e di qualità dei prodotti, dei territori con uno sguardo aperto alla cucina mondiale.

“Ai tempi di Uno Mattina lavorai assieme a Beppe Bigazzi. Era antipatico ai più. Grazie a lui ho scoperto il mondo delle farine, dei grani tradizionali, e, di tutta la ricchezza reale italiana”. E poi: “Siamo attentissimi alle marche dei vestiti, ma dovremmo essere più attenti a quello che mangiamo. Sapere l’origine, il come vengono prodotti i cibi…”

La Clerici parla di consapevolezza civile attraverso la tavola. Oltre che simpatica è assolutamente un personaggio saggio e lucido.

Antonella Nazionale si sofferma nel raccontare anche quando, in maternità, le fu tolta la conduzione del programma: “Ho vissuto quello che tante, troppe, donne italiane debbono subire nella loro carriera lavorativa. Volevo continuare a fare la Prova del Cuoco ma in Rai non ne volevano sapere….. Questa cosa mi fece stare male. Poi mi proposero di condurre Sanremo. Al tavolo della trattativa contrattuale mi proposero una cifra da capogiro. Io invece volevo che mi si restituisse il mio programma e non volevo alcun compenso monetario per Sanremo.”

Antonella donna d’onore e virtù.

Poi mi hanno proposto di scrivere questo libro. Se fosse stato per me lo avrei intitolato: Pane, Amore e Salame. Per me la felicità è il salame!”

(Confesso di non essere riuscito a contenere la risata).

Poi spiega. Quando torno a casa… (la Clerici ha scelto di vivere con sua figlia in un piccolo paese in campagna) mi metto in tuta, comoda, e mangio una fetta di pane col salame accompagnati rigorosamente da un buon bicchiere di vino rosso: questa è la mia ricetta della felicità!”

A guardarla sembra proprio che funzioni! Quindi: più salame per tutti!

Copertina del Libro PANE, AMORE E FELICITÀ

Ma tornando ai libri, Clerici sostiene: “La cultura è libertà! Regalare libri è il dono migliore che si possa fare. Appena posso leggo. Leggo tanto per fare mie le idee, le parole. Inoltre leggere ti cambia e il cambiamento è vita!”

Saluto Antonella Clerici e mi immergo immediatamente nella “lettura” di Pane, Amore e Felicità.

Il libro

Più che un semplice ricettario, è una carrellata esperienziale della conduttrice. Nella prima parte, Antonella racconta l’allegra brigata di cuochi e di professionisti che per diciotto anni l’hanno accompagnata nel programma.

Immancabili le battute di Anna Moroni. Nella parte delle ricette è stata fatta una selezione personalissima e sicuramente alla portata di tutti. Spiccano “Le polpette alla Clerici” e una deliziosa parte dedicata alla cucina dei bambini.

Molto interessanti sono le schede di approfondimento inserite “tra un capitolo ed un altro“. Un occhio di riguardo per i risotti e le ricette delle feste.

Sicuramente la Clerici non vincerà il premio Strega con questa sua pubblicazione, ma sicuramente ha già vinto il riconoscimento per questa “letteratura” di settore.

Sotto l’albero, credo che possa essere regalo gradito praticamente a tutti!

, , , , ,