fbpx
Connettiti con noi
cammabis referendum

Legalità

REFERENDUM CANNABIS LEGALE: cosa occorre sapere?

In questi giorni, diversi post sui social network e diverse testate giornalistiche hanno focalizzato l’attenzione sui referendum, anche se si è parlato prevalentemente del referendum no green pass.


La nostra attenzione, tuttavia, è stata attirata da un diverso referendum, quello sulla cannabis legale, che ha un duplice intento: intervenire sia sul piano della rilevanza penale sia su quello delle sanzioni amministrative di una serie di condotte in materia di droghe.

Al momento si stanno ancora raccogliendo la firme per arrivare al referendum, anche se l’obiettivo delle 500mila firme è stato raggiunto in pochissimo tempo.

La proposta

Sul piano della rilevanza penale, la proposta è quella di depenalizzare la condotta di coltivazione di qualsiasi sostanza.

Precisando, tuttavia, che rimarrebbero invariate le condotte di detenzione, produzione e fabbricazione di tutte le sostanze che possono essere applicate per le condotte diverse dall’uso personale.

Si propone, inoltre, di eliminare la pena detentiva per qualsiasi condotta illecita relativa alla Cannabis, con eccezione della associazione finalizzata al traffico illecito.

Sul piano delle sanzioni amministrative, invece, si vorrebbe eliminare la sanzione della sospensione della patente di guida e del certificato di idoneità alla guida di ciclomotori.

Il quesito depositato

Il quesito è il seguente: “ Volete voi che sia abrogato il Decreto del Presidente della Repubblica del 9 ottobre 1990, n. 309, avente ad oggetto “Testo unico delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza“, limitatamente alle seguenti parti:


Articolo 73, comma 1, limitatamente all’inciso “coltiva”;

Articolo 73, comma 4, limitatamente alle parole “la reclusione da due a 6 anni e”;

Articolo 75, limitatamente alle parole “a) sospensione della patente di guida, del certificato di abilitazione professionale per la guida di motoveicoli e del certificato di idoneità alla guida di ciclomotori o divieto di conseguirli per un periodo fino a tre anni;”?”

Doverosa precisazione sulla sospensione della patente di guida

Qualora il referendum fosse approvato non si eliminerebbela sanzione amministrativa della sospensione della patente di guida per chi fa uso di cannabis e si mette alla guida poiché il referendum mira ad abrogare una diversa disposizione normativa.


Si andrebbe ad abrogare la sanzione amministrativa prevista all’articolo 75 DPR 309/90 che è applicata in seguito alla sola detenzione, anche se al momento della contestazione il soggetto non si trova alla guida e a prescindere dal fatto che l’abbia effettivamente consumata.

Mentre la diversa norma che prevede la sospensione della patente per chi fa uso di cannabis e si mette alla guida è disciplinata all’articolo 187 del Codice della Strada ed è punita con l’ammenda da euro 1.500 a euro 6.000 e l’arresto da 6 mesi ad un anno, e la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da uno a due anni che consegue all’accertamento del reato.

Come si firma?

Per firmare online basta collegarsi al sito https://referendumcannabis.it/ e entrare nella sezione Firma”.

Una volta indicati il proprio indirizzo email e il comune di residenza, la persona che vuole sottoscrivere il quesito referendario riceve un messaggio per la conferma della sua email.

Nella mail di conferma è possibile selezionare una delle opzioni per firmare:

  • Firmo con SPID
  • Firmo con il mio dispositivo
  • Non ho SPID o una firma digitale

Spid

Verrà richiesta l’autenticazione ed una volta effettuata in tempo reale verrà rilasciata una firma elettronica qualificata con cui viene effettuata la firma del documento.

Completata la procedura, verrà inviata una mail da Raccolta Firme Online con il documento del quesito referendario firmato con firma elettronica qualificata.

Firma con dispositivo

Verrà inviata una mail al firmatario con in allegato il documento del quesito referendario da firmare con la firma digitale di cui si è già in possesso.

Una volta firmato, il documento dovrà essere caricato attraverso il link presente nella mail.

Cosa fare se non si ha lo SPID o un dispositivo?

E’ possibile ottenere una firma digitale grazie al Prestatore di Servizi Fiduciari Qualificati TrustPro QTSP.

Si precisa che questo prestatore di servizi è stato indicato in alcuni articoli che trattano l’argomento ma che ben potrebbero essercene degli altri

Nota a margine: ringrazio la Dott.ssa Iolanda Astorino che ha svolto le necessarie ricerche per la stesura del presente articolo.

Scritto da

Non faccio l'Avvocato ma lo sono. Calabra di nascita e "fiorentina" per adozione.

Mostra i commenti

Articoli simili

Fondazione Falcone: proposta riforma ergastolo ostativo

Legalità

oroscoPERÒ _ stelle, presagi, miti e leggende sui 12 segni zodiacali oroscoPERÒ _ stelle, presagi, miti e leggende sui 12 segni zodiacali

oroscoPERÒ_ della beatitudine e della dannazione

Sociality

Barbero e le differenze strutturali delle donne: non è “biologia”, è patriarcato.

Desdemona

LA MAFIA SPIEGATA AI BAMBINI di M. Rizzo e L. Bonaccorso (BeccoGiallo) | Recensione

Storie e Culture

Scopri i nostri social
×