Connettiti con noi
diritti gay taiwan

Human Rights

Taiwan legalizza il matrimonio gay: è la prima volta in Asia

Finalmente un bel regalo, da parte del parlamento di Taiwan, per la comunità LGBT+ nella Giornata mondiale contro l’Omofobia, Bifobia e Transfobia. Dopo anni di dibattiti, referendum e tentativi di sabotaggio da parte dei gruppi religiosi, è stato legalizzato il matrimonio tra persone dello stesso sesso.

La decisione di per sé è storica, non solo per la larga maggioranza con cui i deputati taiwanesi hanno approvato provvedimento, ma anche perché è la prima volta che nel continente asiatico viene varato un provvedimento simile.

taiwan matrimonio gay
La bandiera “rainbow” di Taiwan

Nella fattispecie, il disegno di legge prevede che le coppie omosessuali possano formare delle “unioni permanenti esclusive” che sarà possibile iscrivere sul relativo registro matrimoniale dell’anagrafe.

Il provvedimento giunge con un tempismo perfetto: la Corte Costituzionale, due anni fa, aveva sancito l’incostituzionalità di due articoli del codice civile che prevedevano il matrimonio come esclusivo per le coppie eterosessuali. La suprema assise aveva pertanto invitato il Parlamento a rendere esecutiva la sentenza della Corte entro due anni. In mancanza di un intervento legislativo ad hoc, la decisione della Corte sarebbe stata comunque valida allo scadere dei due anni, permettendo alle coppie formate da persone dello stesso sesso di sposarsi legalmente.

La legge, nuova di zecca, abbraccia temi importanti come tasse, assicurazione e custodia dei figli, e si pone prepotentemente all’avanguardia rispetto a molte leggi vigenti anche in occidente.
Non ha quindi avuto l’effetto desiderato il referendum consultivo che, solo lo scorso novembre, aveva dato un chiaro indirizzo sulla volontà dei cittadini taiwanesi di aprire solo alle civil partnership e non anche al matrimonio egualitario.

Taiwan Pride
Ragazze al Gay Pride di Taiwan

Centinaia di manifestanti hanno atteso la storica approvazione della legge fuori dal Parlamento: una vera e propria onda arcobaleno che ha accolto la lieta novella con musica, striscioni e momenti di festa.

Taiwan, già dagli anni ’90, ha mostrato segni di grande apertura in tema di tutela dei diritti gay, tanto da essere tra le prime città del continente ad ospitare il Gay Pride.

Nicola Napoletano
Scritto da

Sono nato a Monopoli (BA) 34 anni fa. Cresciuto a pane e prosciutto e una passione smodata per la scrittura, oggi mi divido tra la Puglia e la Città Eterna. Amo il mare azzurro, i violini nei film di François Truffaut e le poesie di Saffo. Su BL Magazine mi occupo di diritti umani, cultura e spettacolo.

Commenta
bl magazine
Pubblicità

Articoli recenti

Ti potrebbe anche interessare...

100 anni di Gianni Rodari. Celebriamo insieme l’autore dei Diritti Umani spiegati ai bambini.

Storie e Culture

miss universo lesbica miss universo lesbica

La prima concorrente di Miss Universo apertamente lesbica viene dal Myanmar

Mondo

tribunale per i diritti del malato tribunale per i diritti del malato

Tribunale del Malato, volontari in campo per difendere i cittadini da una cattiva sanità

Human Rights

10 dicembre, Human Rights Day. Nel segno di Eleanor Roosevelt

Human Rights

rugby carcerati rugby carcerati

Il rugby che rende liberi (2): i BISONTI del carcere di Frosinone, la libertà in una palla ovale

Storie e Culture

indonesia discriminazione lavoro indonesia discriminazione lavoro

“No LGBT, no disabili, no daltonici e normopeso”. In Indonesia si cercano impiegati “normali”

Mondo

Per la Corte Europea l’ergastolo ostativo per i mafiosi “lede la dignità dei condannati”.

Human Rights

La Dichiarazione dei Diritti Internet, un documento dimenticato di cui c’è enorme bisogno

Human Rights

Scopri i nostri social
Iscriviti alla newsletter

Ricevi prima di tutti i tuoi articoli