Connettiti con noi

Spettacolo

Tanti Auguri SUSAN SARANDON – Un’anti-diva tra le stelle di Hollywood

Nasceva il 04 Ottobre del 1946 Susan Abigail Tomalin, conosciuta da tutti come SUSAN SARANDON.

Cresciuta con 8 fratelli, i genitori le impongono una dura e severa educazione. Questo ne forgerà il carattere e la renderà un’adolescente anticonformista e ribelle che prenderà parte a manifestazioni contro la Guerra in Vietnam.

Capelli rossi, occhi grandi e liquidi, dalle forme generose, Susan Sarandon è da subito una figura dalla grande carica erotica, ma la sua bellezza non è mai stata prevaricante nella sua carriera: la sua sensualità è sempre stata un pregio aggiunto, un elemento naturale, qualcosa che – per quanto la si volesse nascondere o mettere in secondo piano – veniva fuori, bucava lo schermo.
Nella sua splendida filmografia ha sempre ricoperto ruoli di donne forti, volitive, emancipate, coraggiose.

Susan Sarandon nella sua carriera ha raccolto 5 candidature agli Oscar, vincendone uno, candidata 9 volte ai Golden Globe e 6 al Premio Emmy.

Inizia a recitare negli anni ’70 e nel 1975 si impone all’attenzione di tutti nel ruolo della prima timida e poi spudorata Janet Weiss in THE ROCKY HORROR PICTURE SHOW di Jim Sherdan.

Nel 1980 arriva la prima candidatura all’oscar per la sua interpretazione in ATLANTIC CITY, USA, ma è sempre in questi anni che Susan Sarandon delinea 2 personaggi entrati di diritto nell’immaginario: nel 1983 è l’amante di Catherine Deneuve in MIRIAM SI SVEGLIA A MEZZANOTTE e nel 1987 è la timida insegnante di musica che, assieme a due sue amiche, verrà sedotta dal diavolo in LE STREGHE DI EASTWICK.

Jane Spofford è certamente uno dei personaggi più vivaci interpretati dalla Sarandon che mettono in luce tutte le contraddizioni e le sfaccettature di una donna forte e fragile allo stesso tempo. Seppur affiancata da due bellezze del calibro di Cher e Michelle Pfeiffer, la scena in cui “fa l’amore” col violoncello è una delle sequenze più belle del film.

susan sarandon
Susan Sarandon e Geena Davis in THELMA e LOUISE

Se gli anni ’80 sono stati il periodo d’oro, gli anni ’90 sono quelli delle conferme e dei riconoscimenti.
Nel 1991 viene candidata al premio oscar per il ruolo della cameriera Louise che assieme alla sua amica Thelma fuggono attraverso gli States su di una vecchia Ford Thunderbird.
THELMA & LOUISE è il primo road movie tutto al femminile che parla di emancipazione, di libertà, ma è anche sottile denuncia di una condizione, quella femminile, che pare non trovare scappatoie. Il film e le sue protagoniste entrano di diritto nella storia del cinema.

Solo l’anno dopo, Susan Saradon riceve la sua terza candidatura per il toccante e coraggioso ruolo di madre in L’OLIO DI LORENZO (1992) e ancora convince nelle vesti di tenace, ma sensibile avvocato in IL CLIENTE (1994), ruolo per cui arriva una nuova candidatura agli oscar.

Una breve intervista rilasciata per EFFETTO NOTTE dove Susan Sarandon racconta il suo cinema

Ma è nel 1995 che la Sarandon arriva a vincere il premio tanto ambito e per anni solo sfiorato.
In DEAD MAN WALKING è suor Helen Prejean che assiste e accompagna il condannato a morte Sean Penn nel suo percorso di accettazione e di consapevolezza perché possa trovare pace e il coraggio di chiedere perdono.
Un film toccante che è anche denuncia di una pratica come la pena di morte che negli States è da sempre tema controverso.
Per questo ruolo, ricco di sfumature, l’attrice vince anche il David di Donatello come Miglior Attrice Straniera.

Seguono tantissimi film e ruoli più o meno importanti dove però Susan Sarandon si impone con grazia ed eleganza e ironia e forza, tutte qualità che da sempre ne hanno disegnato la sua figura.
Sono gli anni di NEMICHE AMICHE (1998) con Julia Roberts e poi di DUE AMICHE ESPLOSIVE (2002) con Natalie Portman; è una madre incapace di andare avanti in MOONLIGHT MILE (2002); è una delle amanti del dongiovanni Jude Law , nel remake di ALFIE (2004); è una moglie tradita nel musical ROMANCE AND CIGARETTE (2005); è una strega malvagia nel film disneyano COME D’INCANTO (2007); prende parte al film corale CLOUD ATLAS dei fratelli Wachowski e Tom Tykwer nel 2012; è una madre complicata e con problemi di alcol che tenta di instaurare un dialogo con suo figlio in LA MIA VITA CON JOHN F. DONOVAN di Xavier Dolan (2018).

susan sarandon in FEUD
Una camaleontica Susan Sarandon e Jessica Lange in una foto promozionale di FEUD di Ryan Murphy.

Non dimentichiamoci poi anche la sua partecipazione a tante serie tv di grande successo come FRIENDS (nel 2001) e E.R. – Medici In Prima Linea (nel 2009) fino alla sua più recente partecipazione nel 2017 alla serie cult firmata da Ryan Murphy FEUD-Bette and Joan. in FEUD si racconta l’eterna rivalità professionale tra le due grandi attrici Bette Davis (Susan Sarandon) e Joan Crawford (Jessica Lange) che si trovarono a dividere il set in “Che Fine Ha Fatto Baby Jane?”.

Da sempre impegnata nella lotta dei diritti civili della comunità LGBTQ, nel 2018 ha marciato contro la presidenza di Trump (in particolar contro la sua “tolleranza zero” sull’immigrazione e la separazione dei bambini dai genitori entrati clandestinamente alla frontiera col Messico) ed è stata trattenuta in stato di arresto per un breve periodo assieme ad altre 500 donne.

A questa donna tenace e coraggiosa non possiamo che farle i nostri migliori auguri per i suoi meravigliosi 73 anni!

Scritto da

Ossessionato dal trovare delle costanti nelle incostanze degli intenti di noi esseri umani, quando non mi trovo a contemplare le stelle, mi piace perdermi dentro a un film o a una canzone.

Commenta
bl magazine
Pubblicità

Articoli recenti

Ti potrebbe anche interessare...

Kit Harington in LA MIA VITA CON JOHN F DONOVAN Kit Harington in LA MIA VITA CON JOHN F DONOVAN

“La mia vita con John F. Donovan” è il cuore imperfetto di Xavier Dolan

Spettacolo

candidature oscar 2019 candidature oscar 2019

OSCAR 2019 – GREEN BOOK, I Vincitori e… la Sfavorita

Spettacolo

Scopri i nostri social
Iscriviti alla newsletter

Ricevi prima di tutti i tuoi articoli