fbpx
Supporta BL Magazine con un 1€
Dona ora

Connettiti con noi
THE FATHER - Nulla è come sembra

Spettacolo

THE FATHER _ Conosci te stesso (recensione)

THE FATHER arriva nelle sale cinematografiche italiane dopo aver conquistato due preziose statuette alla notte degli oscar 2021: quella per la Miglior Sceneggiatura Non Originale e quella andata a Anthony Hopkins come Miglior Attore Protagonista. Un film superbamente narrato che vi sorprenderà.


Anthony vive in un bell’appartamento in una zona residenziale londinese. La sua routine è spezzata dalle visite della figlia Anne e dal suo non propriamente simpatico compagno. In vista del trasferimento di lei a Parigi, Anthony deve essere accudito da un’assistente. Ma qualcosa sembra non tornare. Qualcosa di minaccioso incombe sulla vita di Anthony e le persone che crede di conoscere, non sono quello che sembrano.

L’esordio alla regia del drammaturgo francese Florian Zeller è sorprendente! Un film che sono certo vi resterà impresso nella memoria.

THE FATHER è un adattamento dell’omonima piece teatrale firmata dallo stesso Zeller, grande successo sui palcoscenici europei e americani. Il film è un’opera sofisticata ed elegante che trascina lo spettatore in una storia che potrebbe apparire come un thriller da camera per poi evolversi via via in qualcosa di inaspettato e drammaticamente brutale, come solo la vita sa essere a volte.

Zeller utilizza pochi elementi (un orologio, il pollo per cena, la vicina partenza della figlia a Parigi, un quadro appeso nel salotto) per costruire una realtà che di lì a poco verrà a cambiare e con essa tutte le certezze del protagonista (e quindi le nostre).

Soltanto una sceneggiatura solida e ben costruita poteva offrirci un’esperienza così realistica. Il tema della demenza senile è comune a tante pellicole, ma mai è stata trattata in maniera così efficace perché mostra questa condizione dal di dentro. Noi guardiamo alla realtà che circonda il protagonista con il punto di vista dello stesso così da perdere quelle coordinate spazio temporali su cui si fondano quelle poche e rassicuranti certezze e annaspare nella confusione più totale su cosa sia vero o meno.

Nella foto da sinistra: Imogen Poots, Olivia Colman e Anthony Hopkins in una scena tratta da THE FATHER- NULLA È COME SEMBRA

Lo straniamento è una costante, un male che verrà a torturarci per tutta la durata della pellicola ed è un percorso crudele che ha una e una sola soluzione finale: l’accettazione che non vi è più alcuna certezza se non quell’irrefrenabile desiderio di aggrapparsi ai ricordi (posto che essi siano reali) che ci permettono di comprendere chi siamo e chi sono gli altri per noi.

THE FATHER è un dramma da camera che soffoca ogni possibilità di sorridere di quanto assistiamo e anche i momenti più dolci o teneri soccombono sotto una coltre spessa di malinconia e di tristezza che sconfinano nello sconforto più totale.


A rendere unica quest’opera prima è certamente la scelta degli attori, mai così essenziali perché tutto resti in bilico sogno e incubo, verità e menzogna.

Anthony Hopkins, alla veneranda età di 83 magnifici anni, con questo ruolo vince meritatamente il premio oscar come Miglior Attore Protagonista. Il suo personaggio è effettivamente il ruolo di una vita perché in esso devono albergare tutta una gamma di emozioni e di risvolti emotivi di non facile resa: dal fascino alla repellenza, dall’euforia al terrore, dalla severità alla totale ingenuità fino a quella scena poco prima del finale in cui un uomo crolla a piangere come fosse un bambino indifeso. Una scena straziante e meravigliosa allo stesso tempo.

Attorno a lui si muovono volti altrettanto significativi che conferiscono la giusta luce (o ombra) ai loro personaggi: il freddo Rufus Sewell, la brava Olivia Williams e la dolce Imogen Poots. E poi c’è lei, una sempre bravissima e misurata Olivia Colman (premio oscar come Miglior Attrice Protagonista per LA FAVORITA,2019) in un ruolo altrettanto impegnativo, ricco di sfumature tra implosioni ed esplosioni.

Se avete amato titoli come STILL ALICE con Julianne Moore o il più recente SOUND OF METAL che immergono lo spettatore nella condizione emotivo/fisica/sensoriale dell* protagonista, THE FATHER è un film che non potete perdere.


THE FATHER _ Conosci te stesso (recensione)
9.5 Recensione
Regia
Sceneggiatura
Cast e Recitazione
Fotografia
Montaggio

Scritto da

Ossessionato dal trovare delle costanti nelle incostanze degli intenti di noi esseri umani, quando non mi trovo a contemplare le stelle, mi piace perdermi dentro a un film o a una canzone.

Mostra i commenti

Articoli simili

test di gravidanza negativo test di gravidanza negativo

Vuoi sposarti in seconde nozze? Serve test di gravidanza negativo!

Legalità

disobedience disobedience

DISOBEDIENCE _ Felicemente autentici (recensione)

Spettacolo

Il velato ricatto del Vaticano sul DDL ZAN: la “santa” furbizia politica.

Editoriale

BRIANZA PRIDE 2021: una manifestazione diffusa nel rispetto delle norme anti Covid.

News

Scopri i nostri social
×