fbpx
Connettiti con noi
THE GUILTY (2021) film Netflix

Spettacolo

THE GUITLY (2021) _ La verità ti renderà libero (recensione)

THE GUILTY è disponibile sulla piattaforma Netflix dal 1 Ottobre 2021. Un thriller poliziesco solido e teso che tiene incollati allo schermo.


Joe Baylor è un agente di polizia di Los Angeles. È una giornata di fuoco alla centrale per via di alcuni incendi che stanno devastando diverse zone della città. Joe è di turno come operatore al numero delle emergenze e tenta di mantenere la calma nonostante stia affrontando la separazione dalla moglie il giorno successivo dovrà presentarsi in tribunale per un processo che potrebbe cambiare la sua vita. Tra le tante chiamate di emergenza arriva la telefonata di Emily, una donna vittima di rapimento. Joe ha poco tempo per capire come poter salvare la donna.

Antoine Fuqua è un regista che si trova ormai a proprio agio nel cinema poliziesco. Suoi film sono TRAINING DAY (2001), SHOOTER (2007) e SOUTHPAW- L’ULTIMA SFIDA. Ma se solitamente questo genere ha come scenari le strade, i sobborghi, ed è contornato da sparatorie e inseguimenti in auto, in questo THE GUILTY l’azione si svolge completamente al chiuso, nella staticità di una postazione di un ufficio e buona parte di quanto accade lo possiamo solo immaginare.

THE GUILTY è in verità un remake dell’altrettanto ottimo e omonimo film danese del 2018 di Gustav Moller.
Cosa abbia spinto i produttori statunitensi e poi Netflix a lavorare su di un remake di un film così recente lascia perplessi, tuttavia l’operazione è riuscita molto bene e non si può che lodare e apprezzare.

Sarà forse merito della sceneggiatura scritta da Nic Pizzolato (lo stesso sceneggiatore del serial TRUE DETECTIVE) che non apporta alcuna modifica significativa allo script originale, semmai ne esalta i suoi punti di forza.
Ma è altrettanto vero che la riuscita di un film del genere sta nella scelta di un attore capace, comunicativo.

La scelta (vincente) è ricaduta su Jake Gyllenhaal (vedi DONNIE DARKO, 2001; ZODIAC, 2007; ANIMALI NOTTURNI, 2016) che per altro aveva già lavorato con Fuqua nel film SOUTHPAW (2015).

Come dicevamo l’azione e il racconto si dipanano attraverso le lunghe conversazioni tra il protagonista e le persone all’altro capo del telefono.
Jake Gyllenhaal ha il non facile compito di trasportare lo spettatore su due livelli narrativi che sono disconnessi inizialmente tra loro (il suo dramma privato da una parte e la corsa contro il tempo per salvare la donna in difficoltà dall’altra), ma che verranno a intersecarsi per poi risolversi. La sua performance è più che ottima, alternando sul suo volto tutta una gamma di emozioni ora trattenute e ora sbattute con violenza verso la cinepresa che è quasi sempre fissa sulla sua persona.

Jake Gyllenhaal in una scena tratta da THE GUILTY (2021)

Vi consiglio di guardarlo nella versione originale così da apprezzare anche la prova recitativa degli attori chiamati a prestare solo la loro voce, tra cui spicca quella di Ethan Hawke, altro grande collaboratore di Fuqua dai tempi di TRAINING DAY di cui parlammo in questo articolo dedicato all’attore.


In definitiva THE GUILTY è un thriller spiazzante, con un ritmo serrato e teso fino al sorprendete finale che ribalta completamente la percezione di quanto credevamo di aver compreso e quindi il destino dei suoi protagonisti.

THE GUITLY (2021) _ La verità ti renderà libero (recensione)
7.1 Recensione
Regia
Sceneggiatura
Cast e Recitazione
Fotografia
Montaggio

Scritto da

Ossessionato dal trovare delle costanti nelle incostanze degli intenti di noi esseri umani, quando non mi trovo a contemplare le stelle, mi piace perdermi dentro a un film o a una canzone.

Mostra i commenti

Articoli simili

Fondazione Falcone: proposta riforma ergastolo ostativo

Legalità

oroscoPERÒ _ stelle, presagi, miti e leggende sui 12 segni zodiacali oroscoPERÒ _ stelle, presagi, miti e leggende sui 12 segni zodiacali

oroscoPERÒ_ della beatitudine e della dannazione

Sociality

Barbero e le differenze strutturali delle donne: non è “biologia”, è patriarcato.

Desdemona

LA MAFIA SPIEGATA AI BAMBINI di M. Rizzo e L. Bonaccorso (BeccoGiallo) | Recensione

Storie e Culture

Scopri i nostri social
×