fbpx
Supporta BL Magazine con un 1€
Dona ora

Connettiti con noi

Storie e Culture

TI LASCIO PER RIPRENDERMI di G. Donini e A. Midena (Solferino) | Recensione

A dire il vero, il consiglio bibliografico di questa settimana ha un eloquente sottotitolo che ne attribuisce rigorosità analitica oltre, l’evidente ilarità di penna!


BL LIBRI ha il piacere di recensire TI LASCIO PER RIPRENDERMI – manuale praticomico per affrontare la separazione- scritto da Giovanna Donini e Andrea Midena pubblicato da Solferino.

Sinossi

Amarsi si deve, smettere di amarsi si può: è un peccato, ma è così. Questo libro non può evitare che succeda (gli autori sarebbero miliardari) ma può aiutarvi ad attraversare il tragico momento con il minimo indispensabile di traumi e persino con qualche risata. Un consiglio? Fate la valigia per andarvene di casa quando ancora siete felici con il vostro partner e tenetela lì, perché nella notte della tragedia e delle lacrime rischiate di buttar dentro cose alla rinfusa e ritrovarvi per strada a gennaio con due scarpe spaiate, una camicia hawaiana e il tutù delle medie. Non trascurate i 10 segni che è arrivato il momento di lasciare e impratichitevi dei più infallibili metodi per farlo (dalle tecniche della psicologia cognitiva al più diffuso di tutti: la fuga). Giocate d’anticipo intuendo per tempo che state per essere lasciati e colpendo per primi. Pianificate con cura la comunicazione della notizia ai parenti, scegliete bene gli amici da cui farvi ospitare. E qualsiasi cosa accada non cedete alla tentazione più inevitabile, quella del ritorno di fiamma.

Due autori con vasta esperienza hanno distillato la saggezza appresa (a mazzate) in una vita di abbandoni per costruire questo manuale di cui (purtroppo) c’era un gran bisogno. Con affetto e umorismo riescono nell’impresa più difficile: insegnarci a mettere le cose in prospettiva. E magari ad avere per noi stessi almeno un decimo dell’amore e delle attenzioni che abbiamo avuto per gli altri.

Andrea Midena e Giovanna Donini in una illustrazione di Marta Comunale

Recensione

Prima di intraprendere la lettura di questo “manuale d’amore sfiorito malamente“, m’ero posto qualche quesito su come fosse possibile affrontare questo delicato argomento in quest’epoca. Consultando i redattori della rubrica BL Legalità ho scoperto che negli ultimi 365 giorni le separazioni, in Italia, sono aumentate in maniera vertiginosa. Probabilmente il lockdown ha fatto emergere dai fondi del barile degli amori coniugali tutta la melma possibile, velocizzando, dunque, la conclusione di numerosissime relazioni giunte al capolinea… già nel novembre del 2004. Detto questo, Ti lascio per riprendermi, è un libro opportunissimo che realmente può aiutare chi si è appena separato ma soprattutto chi è alla ricerca di un buon libro da leggere. La scelta stilistica e la composizione di frasi e paragrafi è lo scheletro imprescindibile che amplifica la sequela di paradossi, iperbole e situazioni bislacche presentate nel manuale. L’italiano utilizzato è perfetto e fa da cornice ad un impianto comico di altissimo livello.

Ammetto che leggendolo ho mentalmente paragonato questo uso dell’italiano ai testi del mitico Trio Lopez, Solenghi e Marchesini per poi trovarli nei ringraziamenti di questo libro come fonte d’ispirazione dei due autori. Donini e Midena hanno fatto un ottimo lavoro linguistico e semantico per recapitare il messaggio al lettore. Sfogliando questo Manuale praticomico ci si imbatte in una vastissima gamma di possibilità che una persona può sperimentare durante il periodo della transizione da coppia a single redivivo. Gli autori, inoltre, immaginano due nuove figure professionali: il love coach e il separetion planner. In effetti le cazzate che si compiono durante le separazioni sono quasi sempre disastrose, trovare ed arruolare dei lucidi professionisti non sarebbe male.

Ho trovato bellissimi gli innesti dei racconti comparati. In molti capitoli si narrano micro racconti simili dove, da un lato i protagonisti vivono nel New England e dall’altro si muovono nella provincia italiana. Storie analoghe e verosimili dai finali dicotomici. Ho apprezzato moltissimo la narrazione parallela di Astrid e Giovanna che hanno reso palese l’abisso sociale e l’accettazione dei diritti LGBTIQAP+ in Italia. Altro aspetto che ha reso spassosa la lettura del libro sono le “Categorie umane” con opportune descrizioni: da quelle lavorative ai segni zodiacali. Donini e Midena elencandoceli rendono palese quanto sia inutile ogni generalizzazione degli esseri umani: infondo stiamo tutti male quando un amore finisce.

Consiglio a tutti la lettura di questo libro e, spero, che il racconto Treviso (mare) possa diventare anche altro.


Di origine Abruzzese, ma ramingo come un nomade. Di molteplici interessi ogni sabato su Bl Magazine con la rubrica BL LIBRI.

Mostra i commenti

Articoli simili

polonia zone libere lgbt polonia zone libere lgbt

Kraśnik, il sindaco della città polacca LGBT-free è pentito: “ci tolgono i fondi”

Mondo

“LOL – Chi ride è fuori!” NON RIDERE è impossibile

Sociality

senato ddl zan senato ddl zan

La Presidente del Senato dà l’ok all’unificazione dei ddl contro l’omofobia

Human Rights

phishing posteinfo phishing posteinfo

Phishing, smishing e come evitarli: la truffa dal sms “Posteinfo”

Legalità

Scopri i nostri social
×