fbpx
Connettiti con noi
btf

Storie e Culture

TITO LUPOTTI di M.O. Judes e M.Bourre (EDT) | Recensione

Siamo giunti all’ultimo appuntamento con i libri dedicati al Pride Month. Abbiamo deciso di consigliarvi la lettura di un libro per bambini (ma anche per grandi) dove vengono rese esplicite, con la magia evocativa che solo le favole hanno, tante tematiche contemporanee sulle libertà personali e sull’autodeterminazione dell’individuo.


Un libro edito da EDT nella collana Sottosopra: TITO LUPOTTI di Marie-Odile Judes e Martine Bourre.

LA SINOSSI

Tito, piccolo lupo, fa disperare suo papà, il Signor Lupotti: si ostina a dire che da grande vorrà fare il fioraio e non il cacciatore come tutti gli altri lupi. Il Signor Lupotti cercherà in tutti i modi di convincerlo a cambiare idea, inutilmente.
Tito Lupotti è un libro illustrato sul rapporto padre-figlio pieno di umorismo e tenerezza, un racconto sulla legittima aspirazione ad avere punti di vista e obiettivi differenti, anche quando sembrano illogici e stravaganti.

LA RECENSIONE

Moltissimi adulti hanno sempre molta difficoltà nello spiegare “certe cose” ai bambini. Talvolta la mancanza di parole adatte o la semplificazione di un pensiero complesso ,sono l’ostacolo insormontabile del mondo adulto nei confronti degli adulti del domani. Tito Lupotti, con la sua avvincente ironia, spiega con le migliori parole il principio di autodeterminazione personale. All’inizio della storia ci si presenta davanti un Papà Lupo circonfuso di aspettative sul suo pargolo. S’aspetta da lui dedizione ala caccia e la prosecuzione della fama di “farabutti” delle favole. Da un lato abbiamo, appunto, un padre che vede in maniera lineare e tradizionale la futura evoluzione della vita del figlio, dall’altro il cucciolo Tito che da grande vuole fare il fioraio e detesta uccidere gli altri animali. La storia si attorciglia sui tentativi di “conversione lupina” del piccolo Tito da parte di Papà Lupo. Qualunque tentativo fallisce. Anzi, uno di essi amplifica l’autoaffermazione del piccolo Tito. Una favola delicata e divertente, molto ben illustrata. Non dovrebbe assolutamente mancare nelle librerie dei bambini e delle bambine di tutto il mondo. Una morale fortissima dedicata a tutti gli adulti: l’autodeterminazione delle persone è una forza inarrestabile che va solo accettata e accompagnata. Nessuno dovrebbe mai decidere cosa gli altri dovrebbero essere.

Libro Super Consigliatissimo!

DOVE TROVARLO:

Illustratore:Martine Bourre

Traduttore:Luisella Arzani

Collana Giralangolo – Sottosopra


Pagine 36

ISBN 9788859205524

Clicca QUI per acquistarlo on line

Di origine Abruzzese, ma ramingo come un nomade. Di molteplici interessi ogni sabato su Bl Magazine con la rubrica BL LIBRI.

Mostra i commenti

Articoli simili

IL GRANDE DITTATORE (1940) di Charlie Chaplin IL GRANDE DITTATORE (1940) di Charlie Chaplin

IL GRANDE DITTATORE di Charlie Chaplin (1940) Un capolavoro senza tempo

Spettacolo

diritto al nome transessuali diritto al nome transessuali

Arriva anche al Liceo Scacchi di Bari la “carriera alias” per gli studenti in transizione

Human Rights

Superman è bisessuale! Il coming out annunciato

Sociality

Nozze gay reali? Si può fare. Via libera nei Paesi Bassi da Mark Rutte

Sociality

Scopri i nostri social
×