Supporta BL Magazine con un 1€
Dona ora

Connettiti con noi
thailandia diritti lgbt

Mondo

Unioni civili in arrivo in Thailandia, è la seconda volta in Asia

La Thailandia è destinata a essere il primo paese nel sud-est asiatico a legalizzare le unioni civili tra coppie dello stesso sesso. Nella giornata di ieri il governo ha approvato un disegno di legge che ora farà capo all’approvazione del Parlamento per diventare legge.


Il disegno di legge sul partenariato civile consentirà alle coppie dello stesso sesso di godere della maggior parte dei diritti delle coppie eterosessuali, compresa la capacità di adottare bambini.

Qualora l’approvazione andasse in porto la Thailandia, paese a maggioranza buddista diventerebbe il secondo posto in Asia a riconoscere le unioni omosessuali dopo Taiwan, che ha approvato le unioni civili nel 2019.

Un passo importante per la Thailandia nella creazione di uguaglianza per tutti e nel garantire i diritti alle coppie dello stesso sesso di fondare una famiglia“, ha dichiarato Rachada Dhnadirek, portavoce dell’esecutivo, dopo che il Governo ha varato il disegno di legge nella giornata di ieri.

Unioni Civili in Thailandia: il contenuto

La legge sulle civil partnership, che non si spinge fino a sostenere il matrimonio egualitario, consentirà alle coppie omosessuali di godere della maggior parte dei diritti delle coppie eterosessuali, incluso quello di adottare figli, gestire congiuntamente il proprio patrimonio ed ereditare dai partner.

Il progetto di legge, nella sua forma attuale, non concede ancora alle coppie l’accesso reciproco alla pensione di governo, ma ciò potrebbe essere consentito con l’adozione di alcuni emendamenti nella fase di dibattimento.

Diritti LGBT+ in Thailandia

Sebbene la Thailandia abbia un’immagine amichevole nei confronti della comunità LGBT+, le leggi del paese sono contrastanti nell’accogliere i diritti arcobaleno.

La discriminazione sulla base dell’orientamento sessuale e dell’identità di genere è illegale, ma alcuni membri della comunità LGBT+ affermano di avere difficoltà a trovare lavoro al di fuori del turismo, dei media e dell’intrattenimento. Attualmente, le coppie dello stesso sesso non godono di alcun diritto legale.

In particolare, è preoccupante la situazione delle persone transgender. Nel luglio 2019 è stata presentata all’Assemblea nazionale una proposta per regolare legalmente i cambiamenti sessuali per le persone trans, ma il disegno di legge proposto consentirebbe solo a coloro che sono stati sottoposti a un intervento di riassegnazione del sesso di adattare il proprio genere legale su documenti ufficiali.

Una settimana fa è stato il Montenegro a ufficializzare l’adozione delle unioni civilthailandi

Nicola Napoletano
Scritto da

Sono nato a Monopoli (BA) 34 anni fa. Cresciuto a pane e prosciutto e una passione smodata per la scrittura, oggi mi divido tra la Puglia e la Città Eterna. Adoro il mare azzurro, i film di François Truffaut, il vino rosé e le poesie di Saffo. Su BL Magazine mi occupo soprattutto di raccontare come vengono trattati i diritti umani e diritti lgbt+ nel mondo... e qualche volta mi distraggo scrivendo di tv e spettacolo!

Commenta

Ti potrebbe anche interessare...

stormfront stormfront

Inside… The Boys, le differenze LGBT tra serie e fumetto

Sociality

equality effequ equality effequ

La Parità di Genere sulla carta stampata: EffeQu sostituisce il maschile generico.

Desdemona

ace week ace week

“Sono asessuale, non invisibile!”. La storia di S., attivista asessuale (intervista)

Human Rights

100 anni di Pura Fantasia. Rodari: l’anniversario particolare

Storie e Culture

DUMBO (1941) DUMBO (1941)

DUMBO (1941) _ Della Diversità fare una Virtù (recensione)

Spettacolo

copertina copertina

La Polonia limita ancora il diritto all’aborto

Mondo

legge omofobia zan legge omofobia zan

Legge Zan alla Camera il 27 ottobre: il testo e gli scenari possibili

Human Rights

Conte VS le mascherine: ci pensano i Ferragnez

Sociality

Scopri i nostri social