414 views 6 min 0 Comment

10/6/23- 10/7/23: Kata è scomparsa da un mese.

- 12/07/2023


A cura dell’Avv. Sara Astorino Landi

Ormai è passato un mese da quando, il 10 Giugno 2023, la piccola Kata è scomparsa mentre si trovava nel Hotel Astor, Firenze.

Foto tratta dal sito:
https://firenze.repubblica.it/cronaca/2023/06/14/news/firenze_hotel_astor_proprietario_racket_violenze-404357502/

Foto tratta dal sito:
https://www.lanazione.it/firenze/cronaca/hotel-astor-ancora-online-il-sito-ufficiale-un-tre-stelle-accogliente-jgpw094o

L’Hotel Astor era, in tempi passati, un albergo a tre stelle che, tuttavia, ha dovuto chiudere a causa della pandemia.

Nel settembre 2022 lo stabile viene occupato da persone di nazionalità prevalentemente peruviana, ecuadoriana e rumena.

Persone rimaste, a loro volta, prive di un abitazione che coabitano in condizioni molto precarie e difficili.

Si calcola che nell’albergo vi siano un numero variabile tra le 30 e la 70 persone, a seconda dei momenti.

Informazioni tratte dal sito: https://www.lanazione.it/firenze/cronaca/ex-astor-ve78jp0k

Il proprietario dell’immobile, resosi conto dell’occupazione, ha denunciato la stessa.

Purtroppo questa denuncia non ha portato al risultato sperato e, in questi anni, diversi episodi spiacevoli si sono verificati presso l’Hotel Astor.

La mamma della piccola Mia Kataleya Chiclio Alvarez, 5 anni, ha lanciato un appello.

Chiede di continuare a diffondere le foto della propria bambina.

Per la mamma, Kata è ancora viva e potrebbe essere stata portata all’estero.

Noi di BL Magazine abbiamo deciso sia di accogliere l’appello della mamma di Kata ma anche di sottolineare delle criticità legate ad un caso di scomparsa che ha sconvolto la città di Firenze.

Foto tratta dal sito:
https://www.ilmeteo.it/notizie/kata-la-notizia-arrivata-adesso-c-una-novit-sulla-bambina-scomparsa-a-firenze-195444
Foto tratta dal sito:
https://www.lanazione.it/firenze/cronaca/kata-scomparsa-a-firenze-le-indagini-proseguono-unora-e-mezzo-sotto-esame-degli-investigatori-j1iletnt

Come detto la scomparsa di Kata ha sconvolto la città di Firenze che ha risposto immediatamente all’appello disperato dei genitori.

Moltissime persone, nelle prime ore dopo la scomparsa, si sono prodigate.

In moltissimi hanno condiviso la foto di Kata e la descrizione dei suoi abiti al momento della scomparsa su tutti i social network.

Altri, invece, sono subiti scesi per strada a cercare la bambina.

Sicuramente, in quelle ore ed anche nei giorni successivi, abbiamo assistito ad un grande esempio di solidarietà reciproca.

Tuttavia occorre porsi una domanda importante.

La divulgazione di queste foto e descrizioni sono state realmente di aiuto?

La risposta lascerà stupiti.

Deve, infatti, sottolinearsi che la diffusione di immagini così diverse che, peraltro, contenevano una descrizione degli abiti indossati dalla piccola Kata differente ha generato confusione.

Quali sono le ulteriori criticità legate alla scomparsa di Kata?

Prevalentemente tre:

1) le tempistiche;

2) il luogo della scomparsa;

3) molteplici piste.

1) Le tempistiche.

Ad oggi non si conosce con esattezza l’ora in cui Kata è scomparsa.

Questa è stata desunta tenuto conto delle dichiarazioni rese dallo zio, cui la bambina era stata affidata, dalle persone che l’hanno vista giocare in cortile insieme ad altri bambini nonché dall’ultima ripresa delle telecamere.

Ovviamente non sapendo a che ora la piccola Kata è scomparsa diventa difficile, se non impossibile, capire dove potrebbe essere stata portata.

2) Il luogo della scomparsa.

Come già detto l’Hotel Astor è un immobile occupato che ha più entrate e più uscite, solo alcune delle quali sorvegliate dalle telecamere.

Esistono poi numerosi corridoi.

Pertanto è possibile muoversi, anche portando con sé una bambina, senza farsi vedere.

Il fatto che l’Hotel sia stato occupato fa sì che le indagini siano più complicate poiché nessuno vorrebbe trovarsi ad avere delle difficoltà con l’Autorità giudiziaria.

A ciò si aggiunga che, già in precedenza, l’Hotel Astor era stato teatro di fatti di cronaca particolarmente violenti ed anche in quelle occasioni la collaborazione era stata inesistente.

Nel mese di Marzo 2023, ad esempio, un gruppo di persone fece letteralmente irruzione per impossessarsi di un alloggio che era occupato da altre persone.

Questa irruzione ha scatenato una maxi rissa nella quale sono rimasti coinvolti 4 cittadini peruviani, due dei quali sono stati ricoverati.

All’incirca in data 29 Maggio una donna, successivamente ad una lite, era caduta dal secondo piano dell’albergo per fortuna riportando solo contusioni e qualche ferita lieve.

Ed ancora l’Hotel Astor è vicinissimo alla linea della tramvia che consente di raggiungere in una direzione l’aeroporto di Peretola e nell’altra direzione la stazione ferroviaria di Santa Maria Novella.

Foto estratta da google maps

3) Molteplici piste da seguire.

Subito dopo la scomparsa di Kata si sono sviluppate diverse teorie.

Molte sono le piste da seguire quanto meno per escludere che la piccola Kata sia stata magari rapita per un estorsione piuttosto che per vendetta.

Ad oggi la scomparsa di questa bambina non ha una spiegazione.

Delle domande, tuttavia, continuano a tornarmi alla mente:

1) chi può prendersela con una bambina di cinque anni?

2) è veramente possibile che nessuno abbia notato una bambina che veniva portata via contro la propria volontà?

3) può aver visto Kata qualcosa che non doveva?

La foto utilizzata per l’immagine di copertina è tratta dal sito: https://www.dire.it/29-06-2023/930327-nordio-rapimento-kata-firenze-kataleya-ex-astor/

<hr>Condividi:
- Published posts: 212

Non faccio l'Avvocato ma lo sono. Calabra di nascita e "fiorentina" per adozione.

Facebook