468 views 6 min 0 Comment

Il Vizio della curiosità , una tira l’altra!

- 04/04/2024


Il grande critico d’arte Philippe Daverio diceva : “La curiosità non è un difetto anzi è la base stessa della conoscenza e io ho una grande voglia di capire e di indagare sulla complessità delle cose”.

I sondaggi e le classifiche fanno parte della nostra vita. Non c’è giorno, non c’è settimana, che i social o le riviste non ci propinano una classifica, sulle auto più rubate, sulla località più visitata, oppure sondaggi sulle scelte culinarie, per esempio: agli italiani piace di più la pasta o la pizza? Per questo ho pensato di raccontarvi una sequenza di curiosità sull’arte. Dal quadro più famoso, all’artista più pagato, dall’opera più grande a quella più piccola, dal quadro più bello a quello più brutto.

Mentre svolgevo questa ricerca e cercavo l’opera più “brutta”, mi imbatto in una curiosità, un museo   il MoBa- Museum of Bad di Brooklyn nel Massachusettes (nome che rievoca provocatoriamente il MoMa di New York). Parte da un presupposto: raccogliere solo opere brutte. I creatori di questo museo dal 1995 acquistano e ampliano le collezioni già presenti, dove le opere devono essere rigorosamente orrende e realizzate da artisti non competenti e di livello inferiore. Questo non ferma l’affluenza di migliaia di visitatori durante l’anno.

Partendo proprio dai musei: quale e’ il primo museo nato nella storia? Il Museo di Alessandria, sorto in età ellenistica. Venne fondato dal Re Tolomeo I: inizialmente era un luogo di culto, che ospitava una comunità scientifica e letteraria, che svolgeva le proprie attività per rendere “sacre” le Muse.

Le gallerie e le pinacoteche distribuite in tutto il mondo sono tantissime, il desiderio di raccogliere e mostrare la propria collezione d’arte fa parte della bramosità dell’uomo. Il museo più famoso è il Louvre di Parigi, a seguire Il Metropolitan Museum of art di New York e al terzo gradino del podio i Musei Vaticani. Il Louvre vince la classifica anche del più esteso con i suoi 72.735 mq superando lo State Hermitage Museum con 66.842 mq. Il più grande d’Italia è nella bellissima Napoli, il Museo Archeologico Nazionale.

La pittura fa la parte del leone quando si parla di arte, d’altronde parliamo della terza arte. Ma quale è il dipinto più riconosciuto e famoso al mondo? E’ “La Gioconda” di Leonardo da Vinci, che insieme a Michelangelo Buonarroti , e il pittore più famoso al mondo. Senza dubbio l’opera è anche la più visitata e fotografata.

Quale è l’opera pittorica, messa all’asta, che vale di più in questo momento?  Al primo posto c’è il “Salvator Mundi” di Leonardo da Vinci, venduto all’asta nel 2017 a 450,3 milioni di dollari. Il celebre dipinto del 1500 ritrae Gesù Cristo con in mano una sfera di cristallo che rappresenta il suo “potere” sull’umanità.

L’opera “La Persistenza della memoria” di Salvador Dalì viene considerata tra le opere più importanti.  Nel 1934, il quadro fu acquistato dal Museum of Modern Art di New York, dov’è attualmente esposto.

Dove si trova il dipinto più grande al mondo? A Dubai in un hotel di lusso, l’opera è grande 1600 mq, ma non è su tela ma su pavimento e pareti della grande hall e si chiama “The Journey of Humanity “dell’artista britannico Sacha Jafri.

Esiste un quadro che si può definire il più brutto? La critica non ha dubbi: è quello di   Jan Van Eyck, “The Last Judgement”, Francisco Goya e Pieter Bruegel. Gli Oscar dei dipinti più terrificanti, e a mio giudizio piu’ disgustose, vanno a Oskar Kokoschka e Francis Bacon.

Quali sono le artiste più famose? Le donne nel Rinascimento riescono finalmente a ottenere la dovuta attenzione nel mondo dell’arte, per questo si considera come prima pittrice: Lavinia Fontana. Fontana è nasce nel 1552. Ma la più famosa delle pittrici rimane Frida Kalo, nata a Città del Messico nei primi del ‘900. Per anni è stata considerata “surrealista”, ma lei affermava : “io non dipingo sogni, ma la mia realtà”.

Le curiosità sull’arte possono essere sconfinate e queste mie poche righe riguardanti l’argomento sono solo la punta di un iceberg. Albert Einstein diceva: “La cosa importante è non smettere mai di interrogarsi. La curiosità esiste per ragioni proprie. Non si può far a meno di provare riverenza quando si osservano i misteri dell’eternità, della vita, la meravigliosa struttura della realtà. Basta cercare ogni giorno di capire un po’ di quel mistero. Non perdere mai una sacra curiosità”

Per finire, siamo sicuri che “La Gioconda “di Leonardo  , sia veramente la madre di  tutte le opere?

<hr>Condividi:
- Published posts: 15

Vivo a Roma ma originario della Sicilia. Attivista nel volontariato sociale, mi occupo di pittura, fotografia, scrittura e arte pop: alcune mie opere sono state esposte in diverse gallerie e mostre nazionali.

Facebook