1.118 views 3 min 0 Comment

BIG FISH – Le Storie e la Magia di una Vita

- 19/03/2019
BIG FISH di Tim Burton


BIG FISH (2003) può esser considerato il titolo di svolta nella filmografia di Tim Burton. Un salto qualitativo che guarda con maturità all’amore che unisce un padre e un figlio e a tematiche come il perdono, la fede e la morte.

Dopo anni di silenzio Will ritrova suo padre Edward al capezzale ormai vecchio e malato.
Ma chi è davvero Edward Bloom?
Per una vita Will è cresciuto sentendo tante di quelle storie assurde che ha poi deciso di chiudere ogni rapporto col padre.
Ma è tempo di scoprire la verità. È tempo di sentire la storia – forse l’ultima – più importante.

BIG FISH di Tim Burton
Ewan McGregor e Alison Lohman in una scena romantica di BIG FISH (2003)

“Nel raccontare la storia della vita di mio padre è impossibile separare la realtà dalla fantasia, l’uomo dal mito.
Il meglio che io possa fare è raccontarla come lui l’ha raccontata a me”

Inizia così una delle favole moderne, tra le più belle mai raccontate.
BIG FISH – Le Storie di una Vita Incredibile“, ispirato all’omonimo romanzo di Daniel Wallace, è un passo molto intimo e personale nella vita del celebre regista di “EDWARD MANI DI FORBICE” (1990) e “LA SPOSA CADAVERE” (2005).

Tim Burton in quegli anni aveva perso di recente il padre e stava per diventarlo.
La vita e la morte. La luce e l’ombra. Il bene e il male. Il bianco e il nero.
E tutte le infinite sfumature di colore che stanno nel mezzo.

La poetica Burtoniana trova la sua massima espressione in un film che però non pecca di auto celebrazioni e dove l’estro e l’incontenibile genio del regista non prevaricano la storia.

La straordinaria vita di Edward Bloom (interpretato magnificamente da Ewan McGregor e dal recentemente scomparso Albert Finney) è popolata da streghe e gemelle siamesi e licantropi e giganti.
Egli ha attraversato foreste incantate e trovato riparo in un villaggio dove è costume non indossare calzature.

BIG FISH (2003)

E quando egli si imbatterà nel vero amore lo saprà perché il tempo andrà letteralmente e fermarsi (solo che poi il tempo accelererà improvvisamente per recuperare!): una delle scene più belle della storia del cinema contemporaneo.

Menzione speciale anche per tutti gli altri attori che vestono con passione i loro personaggi: da una spaventosa ma fragile Helena Bonham Carter allo scettico Billy Crudup; da una bellissima e mai così dolce Jessica Lange a un’ancora poco conosciuta Marion Cotillard; fino alle partecipazioni sopra le righe di Steve Buscemi e Danny DeVito.

Una storia toccante e imprevedibile che guarda alle stranezze della vita e degli esseri umani e che ci dona un messaggio importante: rendi meraviglioso ogni giorno della tua esistenza, e se non vuoi farlo per te, fallo per le persone che ami.

BIG FISH (2003) di Tim Burton




<hr>Condividi:
- Published posts: 516

Ossessionato dal trovare delle costanti nelle incostanze degli intenti di noi esseri umani, quando non mi trovo a contemplare le stelle, mi piace perdermi dentro a un film o a una canzone.

Facebook