410 views 3 min 0 Comment

GDR finalisti LUCCA COMICS 2023 – Intervista al giudice Osiride Cascioli

- 29/09/2023


È uscita di recente la cinquina dei GDR finalisti, Quali sono i titoli?
Il re è morto, di Meguey & Vincent Baker, edito Grumpy Bear Heart, di Grant Howitt e Christopher Taylor, edito Isola Illyon Wanderhome, Jay Dragon, edito Grumpy Bear Broken tales, Alberto Tronchi e Daniel Comerci, kickstarter Prism, Claudio Pustorino, edito MS Edizioni



Per cosa hanno spiccato secondo te questi titoli?
Sono dei giochi “curati”. C’è attenzione alle regole, a come sono spiegate, all’ambientazione o a come costruirla, c’è premura per le persone al tavolo, per come indirizzarle e aiutarle, c’è riflessione sul prodotto editoriale, sui testi, font, impaginazione, disegni e come l’insieme di queste cose veicolino il gioco e i suoi contenuti. Sono prodotti completi al 100%.

Qual’è secondo te il/i criterio fondamentale per creare un gioco di ruolo?
Dipende dall’obiettivo. Per crearne uno per sé e per la propria bolla di persone, basta essere allineati su cosa si vuole giocare. Se parliamo invece di un gioco “interessante”, allora piuttosto che la versione migliorativa delle regole o meccaniche, sempre ben accette, io punterei più a cercare qualcosa che non si è visto, magari ribaltando il punto di vista o costruendo gioco e narrazione su qualche aspetto dato per scontato o ignorato. Se parliamo del Gioco di Ruolo dell’Anno il discorso è lungo e complesso, io direi che gli elementi principali siano l’amore per quello che si fa, la condivisione con gli altri, perché deve essere un prodotto per tutti, e l’attenzione a TUTTI i dettagli.

GDR finalisti Lucca Comics & Games 2023

Qual’è secondo te il/i criterio fondamentale per Pubblicare un gioco di ruolo?
Cosa intendiamo per “pubblicare”? Perché quest’anno, ad esempio, c’erano giochi auto prodotti/pubblicati, elementi finanziati tramite Kickstarter o similari, giochi tradotti, giochi revisionati e prodotti curati personalmente dagli editori. Non saprei dire quali sono i criteri, perché mi occupo pochissimo della pubblicazione, però posso dire che quest’anno abbiamo visto tante cose con una cura editoriale molto bassa ed è un peccato, perché anche se il premio non si concentra su quello, una scarsa attenzione al prodotto è sicuramente penalizzante.

Di cosa hanno bisogno i GDR game designer di oggi?
Alcunə, di giocare di più al di fuori delle proprie compagnie, delle proprie esperienze, delle proprie amicizie; in generale consiglio sempre di uscire dalle proprie zone di confort, sperimentare giochi brutti, diversi, pazzi, inutili e di condividere le loro esperienze con le varie community.

<hr>Condividi: